scramasax

http://dati.beniculturali.it/vocabularies/reperti_archeologici/def/009.003.001.019 an entity of type: Concept

Termine di origine germanica. Arma a un solo taglio con lama robusta a dorso spesso che si incurva, più o meno accentuatamente, in punta; usata sia per il combattimento a cavallo che per quello a terra. Generalmente su ambedue le facce presenta una doppia scanalatura che corre lungo il dorso, delimitata da solchi paralleli che convergono poco prima della punta. Spesso la spalla può essere munita di un fermo, consistente in una fascetta di metallo, per l'impugnatura. Questa è solitamente in legno o in osso e in casi particolari in lamine di metalli preziosi. L'impugnatura ricopre il codolo, una propaggine di ferro più sottile rispetto alla lama, che può presentare dei fori per il fissaggio dell'immanicatura. Le dimensioni variano nel tempo. Appare per la prima volta in Europa centrale con gli Unni (V-VI sec. d.C.). Assieme alla lancia faceva parte dell'armamento minimo del guerriero longobardo.
scramasax 
scramasax 
Immagine tratta da: http://it.wikipedia.org/wiki/File:Seax_merowingian.jpg 
Fonte: Dizionario teminologico Armi e armature alromedievali, a cura di Sonia Antonelli (non pubblicato) 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution 3.0 International (CC BY 3.0). For exceptions see here