Ceramica domestica (kylix) - ambito romano (Età romana)

https://w3id.org/arco/resource/ArchaeologicalProperty/0900652146 an entity of type: ArchaeologicalProperty

kylix Ceramica domestica
Ceramica domestica (kylix) - ambito romano (Età romana) 
Ceramica domestica (kylix) - ambito romano (Età romana) 
Kylix in ceramica a vernice nera, Ceramica domestica (kylix) 
Recipiente per uso domestico in ceramica a vernice nera 
0900652146 
kylix 
00652146 
09 
0900652146 
In area sestese, delle numerose tracce della fase romana solo alcune sono visibili: è il caso del complesso di via degli Olmi, con strutture in opus incertum e reperti che consentono di datarne l’uso all’interno di un arco cronologico molto ampio, dagli inizi del I secolo a.C., senza soluzione di continuità fino alla prima metà del II secolo d.C. Fra i materiali, oltre a frammenti ceramici appartenenti a varie classi (piatti in vernice nera, bicchieri in pareti sottili e coppe in presigillata italica, sigillata italica e tardoitalica, piatti e coppe in sigillata africana A), sono stati rinvenuti lucerne e vetri, tra cui un frammento con bollo monetale di Nerone, che trova confronti esatti nel territorio di Bagno a Ripoli. Il complesso, dopo un periodo di probabile abbandono, fu parzialmente riutilizzato nel corso del III secolo d.C., forse fino agli inizi del IV, come sembrano testimoniare alcune monete di Alessandro Severo, Gordiano III, oltre ad alcuni esemplari di probabile età costantiniana 
Ceramica domestica 
Kylix in ceramica a vernice nera 
La Kylix, le lucerne, la brocca, le ceramiche e le monete provengono dal complesso di epoca romana rinvenuto in via degli Olmi, in area sestese 
Recipiente per uso domestico in ceramica a vernice nera 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
Ceramica domestica, Kylix in ceramica a vernice nera 
argilla/ verniciatura 
bibliografia specifica: Paolucci, F., Romualdi A - 2010 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here