centro storico, collinare, Fontanarosa, Fontane Rose (denominazione storica, XIV secolo), Fontana Rosa (denominazione storica, XIV secolo) (XI)

https://w3id.org/arco/resource/ArchitecturalOrLandscapeHeritage/1500916689 an entity of type: ArchitecturalOrLandscapeHeritage

Fontanarosa, Fontane Rose (denominazione storica, XIV secolo), Fontana Rosa (denominazione storica, XIV secolo)
centro storico, collinare, Fontanarosa, Fontane Rose (denominazione storica, XIV secolo), Fontana Rosa (denominazione storica, XIV secolo) (XI) 
centro storico, collinare, Fontanarosa, Fontane Rose (denominazione storica, XIV secolo), Fontana Rosa (denominazione storica, XIV secolo) (XI) 
centro storico collinare 
L'abitato, adagiato alle pendici di un monte, si estende ai lati di un'importante arteria viaria e domina una valle percorsa da un torrente. Tra gli edifici religiosi spicca la chiesa di Santa Maria della Misericordia, adorna all'esterno di un pregiato portale in pietra e di un'edicola raffigurante l'Angelo dell'Annunciazione e abbellita all'interno da statue lignee dorate, da una cantoria in marmo e da dipinti di Arnaldo di Lisio e Luca Giordano. In piazza Cristo Re la chiesa di San Nicola, di epoca normanna, con pianta a tre navate. Il centro storico è ricco di splendidi portali in pietra del XVII-XVIII secolo e diverse loggette cinquecentesche 
1500916689 
centro storico collinare 
00916689 
15 
1500916689 
Nel XIII secolo diventa dominio dei signori locali Fontanarosa, successivamente, nel 1461, su donazione di Ferrante d'Aragona, re di Napoli diventa feudo della famiglia Gesualdo, che mantiene il controllo fino al 1600. Poi inglobata tra le proprietà terriere dei De Tocco di Montemiletto e passa in seguito alla famiglia dei Cantelmo-Stuart, suoi ultimi feudatari. STORIA SISMICA: nel XVIII secolo sono due i sismi che colpiscono Fontanarosa causando gravi danni. Il sisma del 26 luglio 1805 causa il crollo della cima del campanile. Il terremoto del 21 agosto 1862 causa danni rilevanti e in base agli accertamenti condotti dai tecnici del Genio Civile il 68% della abitazioni del territorio comunale risultano danneggiate. Con il sisma del 1980 le unità abitative danneggiate sono 795 e vengono gravemente danneggiate le chiese della SS. Annunziata, dell'Immacolata Concezione, di San Nicola Maggiore e il santuario della Madonna della Misericordia 
L'abitato, adagiato alle pendici di un monte, si estende ai lati di un'importante arteria viaria e domina una valle percorsa da un torrente. Tra gli edifici religiosi spicca la chiesa di Santa Maria della Misericordia, adorna all'esterno di un pregiato portale in pietra e di un'edicola raffigurante l'Angelo dell'Annunciazione e abbellita all'interno da statue lignee dorate, da una cantoria in marmo e da dipinti di Arnaldo di Lisio e Luca Giordano. In piazza Cristo Re la chiesa di San Nicola, di epoca normanna, con pianta a tre navate. Il centro storico è ricco di splendidi portali in pietra del XVII-XVIII secolo e diverse loggette cinquecentesche 
Fontanarosa Fontane Rose (denominazione storica, XIV secolo) Fontana Rosa (denominazione storica, XIV secolo) 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here