centro storico, di pianura, radiale, agricolo, Scandale (XVI)

https://w3id.org/arco/resource/ArchitecturalOrLandscapeHeritage/1800174405 an entity of type: ArchitecturalOrLandscapeHeritage

centro storico, di pianura, radiale, agricolo, Scandale (XVI) 
centro storico, di pianura, radiale, agricolo, Scandale (XVI) 
1555-1555 
Il centro storico, costituito per lo più da edilizia di base, presenta edifici di pregio, non solo religiosi ma, anche, nobiliari. Sotto il profilo storico-architettonico interessanti sono: la chiesa matrice di San Nicola di Bari, di origine settecentesca, contenente pregevoli statue processionali; la chiesa della Santissima Addolorata; il palazzo dei baroni Drams, con soffitti ricoperti da tessuti decorati; le case della famiglia Bonomo; i resti della casa del Giardino, esempio di villa rurale, della fine del XVIII secolo; una torre feudale e i ruderi della chiesa delle Stelle, lungo le vecchie vie di accesso al borgo e la masseria Galloppa, nella località omonima 
centro storico di pianura, radiale, agricolo 
00174405 
18 
1800174405 
Il centro è di remote origini, nel territorio sono stati trovati alcuni reperti antichi, quali una grande ascia neolitica di pietra scura. Il vecchio paese, che si trovava poco distante dall'attuale Scandale, scomparve nel Quattrocento, finché dal XIII al XV secolo divenne feudo della nobile famiglia Sanfelice. L'odierna Scandale è stata fondata nel 1555 dal conte Galeotto Carafa di Santa Severina, su una collina popolarmente conosciuta col nome di Gaudioso. I suoi abitanti godevano di tutti i privilegi, le immunità e le giurisdizioni contenuti nei diciannove capitoli concessi nel 1555 al tempo della fondazione del Casale. Secondo la documentazione del tesoriere di Calabria Ultra, Turino Ravaschieri, nel 1561 in questo paese abitavano 25 famiglie di lingua arbereshe e una sola italiana. In generale, nel corso dei secoli, non ha riportato gravi danni a seguito dei terremoti avvenuti in aree limitrofe. Solo la scossa del 1832 danneggiò fortemente l’abitato: 30 case vennero ricostruite e 6 edificate ex-novo con il contributo statale 
Il centro storico, costituito per lo più da edilizia di base, presenta edifici di pregio, non solo religiosi ma, anche, nobiliari. Sotto il profilo storico-architettonico interessanti sono: la chiesa matrice di San Nicola di Bari, di origine settecentesca, contenente pregevoli statue processionali; la chiesa della Santissima Addolorata; il palazzo dei baroni Drams, con soffitti ricoperti da tessuti decorati; le case della famiglia Bonomo; i resti della casa del Giardino, esempio di villa rurale, della fine del XVIII secolo; una torre feudale e i ruderi della chiesa delle Stelle, lungo le vecchie vie di accesso al borgo e la masseria Galloppa, nella località omonima 
Scandale 
1800174405 
centro storico di pianura, radiale, agricolo 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here