TRIONFO DI DIANA (decorazione plastico-pittorica, insieme) by Juvarra Filippo (attribuito), Valeriani Giuseppe (attribuito), Valeriani Domenico (maniera) - ambito piemontese (secondo quarto sec. XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0100206869-0 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

decorazione plastico-pittorica, insieme TRIONFO DI DIANA
TRIONFO DI DIANA (decorazione plastico-pittorica, insieme) di Juvarra Filippo (attribuito), Valeriani Giuseppe (attribuito), Valeriani Domenico (maniera) - ambito piemontese (secondo quarto sec. XVIII) 
TRIONFO DI DIANA (decorazione plastico-pittorica, insieme) by Juvarra Filippo (attribuito), Valeriani Giuseppe (attribuito), Valeriani Domenico (maniera) - ambito piemontese (secondo quarto sec. XVIII) 
decorazione plastico-pittorica (insieme) 
Decorazione plastico-pittorica su pareti e volta del salone 
ca 1731-ca 1733 
0100206869-0 
decorazione plastico-pittorica 
00206869 
01 
0100206869 
I pittori bolognesi Domenico e Giuseppe Valeriani realizzarono gli affreschi della volta con il Trionfo di Diana, e quelli degli intradossi con Ninfe a caccia di pavoni e pernici, tra il 1731 e il 1733; l'opera venne collaudata da Filippo Juvarra (Messina, 1678 - Madrid, 1736). Si deve ad Innocente Bellavite (Verona, 1692, circa - 1762) la decorazione di modiglioni e plafoni della loggia dipinta su tela, databile al 1740. Giuseppe Marocco intagli√≤ nel 1734 le trentasei appliques con teste di cervo scolpite, laccate di azzurro e dorate, su disegno iuvarriano. I paracamini ad olio su tela con Cacciagioni sono di Giovanni Crivelli (notizie tra il 1733 ed il 1736) e risalgono al 1733, anch'essi di regia juvarriana. I quattro busti femminili in marmo nelle nicchie sovrastanti le porte di accesso, databili al 1770 ca., sono attribuiti a Ignazio (Torino?, 1724 - 1793) e Filippo Collino (Torino, 1737 - 1801). Il lampadario monumentale in cristallo e bronzo risale al 1773: venne qui collocato in occasione delle nozze tra Maria Teresa di Savoia, figlia di Vittorio Amedeo III, e il conte Carlo Filippo d'Artois, fratello del futuro re di Francia Luigi XVI e a sua volta re, dopo la Restaurazione, col nome di Carlo X 
TRIONFO DI DIANA 
92 C 3 
Decorazione plastico-pittorica su pareti e volta del salone 
Nichelino (TO) 
propriet√† Ente pubblico non territoriale 
TRIONFO DI DIANA 
intonaco/ pittura a fresco 
stucco/ modellatura 
bibliografia specifica: Gabrielli N - 1966 
bibliografia specifica: Griseri A - 1996 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here