Panem nostrum quotidianum da nobis hodie, donne in preghiera (dipinto, opera isolata) by Morgari Rodolfo (ultimo quarto sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0100207092 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto, opera isolata donne in preghiera
Panem nostrum quotidianum da nobis hodie, donne in preghiera (dipinto, opera isolata) di Morgari Rodolfo (ultimo quarto sec. XIX) 
Panem nostrum quotidianum da nobis hodie, donne in preghiera (dipinto, opera isolata) by Morgari Rodolfo (ultimo quarto sec. XIX) 
1888-1888 
Il dipinto, entro cornice lignea intagliata e dorata, raffigura un interno con due giovani donne in preghiera, una in piedi ed una seduta, davanti ad una tavola preparata per il pasto con tagliere di polenta in primo piano. Una bambina sulla sinistra si rivolge alla donna in piedi al centro, toccandole un braccio 
Panem nostrum quotidianum da nobis hodie, donne in preghiera (dipinto, opera isolata) 
2771  674  2116 
00207092 
01 
0100207092 
La tela è documentata negli inventari storici sempre nella Galleria verde, a partire dal 1908, e descritta come "le tre orfane", titolo riportato anche sulla targhetta appesa alla cornice. Secondo Edith Gabrielli invece raffigurerebbe una "Madre in preghiera con i due figli davanti alla tavola apparecchiata - meglio nota come Panem nostrum quotidianum da nobis hodie" (cfr. Edith Gabrielli, "Le decorazioni e gli arredi" in D. Biancolini - E. Gabrielli, "Il Castello di Agliè. Gli Appartamenti e le Collezioni", Torino 2001, p. 64). Fu presentata alla XLVII esposizione della Società Promotrice di Torino, nel 1888, col titolo di "Panem nostrum quotidianum da nobis hodie" e valutazione di £. 1200 (cfr. catalogo della mostra, Torino 1888, p. 17 cat. n. 246).Il dipinto è datato e firmato da Rodolfo Morgari (Torino 1827 - ivi 1909), figlio di Giuseppe e fratello minore di Paolo Emilio senior. Formatosi nel laboratorio di famiglia e ai corsi dell'Accademia Albertina, negli anni Cinquanta operò come restauratore in Palazzo Reale e fu nominato di assistente alla cattedra di Ornato di Desclos. Partecipò con più di settanta opere alle esposizioni delle Società Promotrici di Torino e Genova, a partire dal 1848, e ai principali eventi espositivi in Italia, tra cui la mostra veneziana del 1887, dove l'opera intitolata "Tre sorelle" ottenne un buon successo (cfr. Piergiorgio Dragone, "Pittori dell'Ottocento in Piemonte. Arte e cultura figurativa 1865-1895", Torino 2000, p. 348 di Mascia A.; voce biografica di P. San Martino in "La pittura in Italia. L'Ottocento", Milano 1990, vol. II p. 931; Giuseppe Luigi Marini, "Il valore dei dipinti dell'Ottocento e del primo Novecento", XIX edizione 2001-2002, Torino 2001, p. 538). "Sue opere sono conservate nelle Gallerie d'Arte Moderna di Torino e Firenze e nel Salone della sede dell'Ordine Mauriziano a Torino" (cfr. Eraldo Bellini, "Pittori piemontesi dell'Ottocento e del primo Novecento", Torino 1998, pp. 276-277). Nella sala degli antenati del castello di Agliè si trovano due ritratti a lui attribuiti, raffiguranti Maria Adelaide d'Asburgo Lorena e Vittorio Emanuele II 
11 Q 21 11 : 31 AA 
donne in preghiera 
Panem nostrum quotidianum da nobis hodie 
Il dipinto, entro cornice lignea intagliata e dorata, raffigura un interno con due giovani donne in preghiera, una in piedi ed una seduta, davanti ad una tavola preparata per il pasto con tagliere di polenta in primo piano. Una bambina sulla sinistra si rivolge alla donna in piedi al centro, toccandole un braccio 
donne in preghiera, Panem nostrum quotidianum da nobis hodie 
Agliè (TO) 
0100207092 
dipinto 
proprietà Stato 
tela/ pittura a olio 
bibliografia specifica: Biancolini D./ Gabrielli E - 2001 
bibliografia di confronto: Bellini E - 1998 
bibliografia di confronto: Marini G. L - 2001 
bibliografia di confronto: Dragone P - 2000 
bibliografia di confronto: Pittura Italia - 1990 
bibliografia specifica: Società Promotrice - 1888 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here