alabarda, opera isolata by Gounod C (primo quarto sec. XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0100207293 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

alabarda, opera isolata
alabarda, opera isolata by Gounod C (primo quarto sec. XVIII) 
alabarda, opera isolata di Gounod C (primo quarto sec. XVIII) 
(?) 1714-(?) 1714 
Arma grande e pesante. Gorbia a due ordini, ambedue troncoconici, separati da modanatura e con nodo alla sommità; nel primo ordine un foro passante chiuso con chiodo e un numero inciso a bulino. Scure con filo un po' concavo e dorsi ondulati; all'attacco di essa il punzone; tre becchi divergenti e non taglienti, i laterali fiammati, il centrale diritto, spezzato e ben riparato in epoca con incastro e due rivetti; al centro lo stemma inciso. Al di sopra nodo da cui si leva la cuspide fiammata a sezione di losanga senza costola. Asta a sezione ottagona; bullette tonde disposte a losanghe con al centro una bulletta a croce 
alabarda (opera isolata) 
2429 
3000 
D.C. 1715 
00207293 
01 
0100207293 
Arma della Guardia Svizzera dei Savoia. Presumibilmente nel 1685, con l'assunzione del potere, Vittorio Amedeo II di Savoia dotò la propria Guardia Svizzera di questa alabarda, che riproduceva quella dei Cent Suisses del Re di Francia (con la differenza dello stemma: cfr. Macarthy 1984, pp. 42 e 79). Dell'arma vi furono almeno due forniture; le prime ebbero cuspide con nervatura e firma L. Gounod. In concomitanza con l'ottenimento da parte di Vittorio Amedeo II del Regno di Sicilia, nel 1714 il mercante Salomone d'Aymar fornì i componenti smontati di "allebarde per la Guardia Svizzera" (Archivio di Stato di Torino, Sez. III, art. 188); questo esemplare, con cuspide senza nervatura e firma C. Gounod, sembra appartenere a quest'ultima fornitura. L'arma rimase in uso fino allo scioglimento del corpo, nel 1831 
Arma grande e pesante. Gorbia a due ordini, ambedue troncoconici, separati da modanatura e con nodo alla sommità; nel primo ordine un foro passante chiuso con chiodo e un numero inciso a bulino. Scure con filo un po' concavo e dorsi ondulati; all'attacco di essa il punzone; tre becchi divergenti e non taglienti, i laterali fiammati, il centrale diritto, spezzato e ben riparato in epoca con incastro e due rivetti; al centro lo stemma inciso. Al di sopra nodo da cui si leva la cuspide fiammata a sezione di losanga senza costola. Asta a sezione ottagona; bullette tonde disposte a losanghe con al centro una bulletta a croce 
alabarda 
Torino (TO) 
0100207293 
alabarda 
proprietà Stato 
legno di noce 
ottone 
acciaio/ incisione 
bibliografia specifica: Angelucci A - 1890 
bibliografia di confronto: Dondi G./ Sobrito Cartesegna M - 1982 
bibliografia di confronto: Dondi G - 1983 
bibliografia di confronto: Regio Arsenale - 1982 
bibliografia di confronto: Seyssel d'Aix V - 1840 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here