Ritratto di bambino (dipinto, opera isolata) - ambito francese (prima metà sec. XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0100399677 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto, opera isolata Ritratto di bambino
Ritratto di bambino (dipinto, opera isolata) - ambito francese (prima metà sec. XVIII) 
Ritratto di bambino (dipinto, opera isolata) - ambito francese (prima metà sec. XVIII) 
post 1701-ante 1750 
La figura infantile è rappresentata a mezzo busto, stante, con taglio poco al di sotto del punto vita. Il corpo è semi frontale e lo sguardo rivolto verso l’osservatore. Porta i capelli con scriminatura centrale, discendenti con boccoli sino alle spalle. Porta uno jabot di pizzo arricchito da fiocco; indossa una camicia dalle maniche con pizzi, sottomarsina abbottonata e marsina aperta dagli ampi paramediche decorati con galloni in filo dorato. Sfondo neutro di colore bruno sfumato. La tela mostra il segno di una precedente incorniciatura per formato ovale. E’ posta entro una cornice di profilo e luce rettangolare in legno intagliato e verniciato. Tipologia a gola. Battuta liscia; fascia interna modanata 
dipinto (opera isolata) 
R 5319  XR 192 
00399677 
01 
0100399677 
Nell’inventario dei beni della residenza compilato da Noemi Gabrielli nel 1951, la studiosa riteneva che l’opera in oggetto raffigurasse il giovane Carlo Emanuele II, indicazione del tutto insostenibile in considerazione dell’iconografia nota del duca e non compatibile cronologicamente con i caratteri della moda, riferibili, piuttosto, al figlio di questi, il futuro Vittorio Amedeo II. La tela, invece, si apparenta con altri tre dipinti che fanno parte dell’arredo di questo appartamento dell’ala di ponente del castello. La presenza sul retro delle sole indicazioni inventariali degli arredi del castello del secondo quarto del Novecento, induce a ipotizzare che l’opera, insieme alle altre con analoghi caratteri di stile, sia giunta nella residenza per acquisto da parte di Umberto II. I quattro fanciulli, due bambine e due bambini, presentano i caratteri della moda di fine Seicento-primi decenni del Settecento, ma la stesura pittorica sembra essere decisamente più tarda, da collocarsi a fine Settecento, se non al XIX secolo. Inoltre i quattro personaggi, in particolare per quanto riguarda i maschi, non mostrano né riscontri con la ritrattistica nota degli infanti sabaudi, né contrassegni di tipo dinastico (ad esempio il collare dell’ordine dell’Annunziata. Si deve dunque pensare che i quattro ritratti, senza dubbio parte di una serie o ciclo del medesimo artista, non rappresentino esponenti di casa Savoia, anche del ramo collaterale dei Savoia Carignano, ma principi di altra casata e giovani rampolli dell’aristocrazia italiana o europea o che siano repliche di più antichi prototipi di cui manca il riferimento. La tela si colloca in una sala che venne riallestita all’inizio del Novecento, in una fase in cui, dopo decenni di abbandono e dopo l’assassinio di Umberto I a Monza, che determinò l’abbandono della villa lombarda come luogo di villeggiatura della famiglia reale, il castello di Racconigi fu oggetto di un nuovo interesse da parte dei Savoia. Gli appartamenti dell’area di ponente furono destinati a ospitare principi in visita o ospiti illustri. Successivamente, a partire dagli anni Trenta del Novecento, subirono ulteriori trasformazioni, dopo la donazione della residenza al principe ereditario Umberto II. La serie dei ritratti degli infanti di Casa Savoia di varia epoca qui posizionati, rientra, probabilmente, tra gli acquisiti effettuati da parte di Umberto II dagli anni Venti del Novecento per completare la quadreria dinastica 
61B2 : 31D112 
Ritratto di bambino 
La figura infantile è rappresentata a mezzo busto, stante, con taglio poco al di sotto del punto vita. Il corpo è semi frontale e lo sguardo rivolto verso l’osservatore. Porta i capelli con scriminatura centrale, discendenti con boccoli sino alle spalle. Porta uno jabot di pizzo arricchito da fiocco; indossa una camicia dalle maniche con pizzi, sottomarsina abbottonata e marsina aperta dagli ampi paramediche decorati con galloni in filo dorato. Sfondo neutro di colore bruno sfumato. La tela mostra il segno di una precedente incorniciatura per formato ovale. E’ posta entro una cornice di profilo e luce rettangolare in legno intagliato e verniciato. Tipologia a gola. Battuta liscia; fascia interna modanata 
Ritratto di bambino 
Racconigi (CN) 
0100399677 
dipinto 
proprietà Stato 
tela/ pittura a olio 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here