panoplie (dipinto, serie) - ambito lombardo (seconda metà sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0300081070-13 an entity of type: CulturalPropertyComponent

dipinto, serie, pareti panoplie
panoplie (dipinto, serie) - ambito lombardo (seconda metà sec. XVI) 
panoplie (dipinto, serie) - ambito lombardo (seconda metà sec. XVI) 
dipinto (serie) 
Le panoplie sono dipinte negli spazi di fondo lasciati liberi dalle membrature architettoniche e sono costituite da un mascherone leonino che regge con la bocca una lunga fascia che annoda e regge insieme numerosi oggetti di argomento bellico. Quando non si tratta di vere e proprie armi, di foggia orientale o europea, moderne o antiche, si tratta di bandiere, trombette, insegne, oggetti preziosi che paiono scelti fra il bottino di guerra. fra i vari emblemi compaiono tre imprese gonzaghesche il ramarro su un cimiero, su due scudi il sole raggiante e, propria di Vespasiano, la saetta alata (sotto una bandiera con l'aquila imperiale) 
1550-1599 
0300081070-13 
dipinto 
00081070 
16 
03 
0300081070 
Le notevoli panoplie, ricche di invenzione e di colore, derivano da una tradizione cremonese iniziata dal Pordenone, accolta da Camillo Boccaccino e proseguita negli splendidi pilastri di San Sigismondo di Cremoa dipinti da Antonio e Giulio Campi; in questo caso, quindi, dovrebbe trattarsi del lavoro di un maestro cremonese o di formazione cremonese, per il momento ignoto. L'insistente ricorrere di armi di tipo moresco può collegarsi all'esperienza spagnola di Vespasiano Gonzaga, quando il signore di Sabbioneta ebbe spesso a predisporre difese contro i Mori e a compiere visite ai presidi spagnoli in Africa 
panoplie 
pareti 
Le panoplie sono dipinte negli spazi di fondo lasciati liberi dalle membrature architettoniche e sono costituite da un mascherone leonino che regge con la bocca una lunga fascia che annoda e regge insieme numerosi oggetti di argomento bellico. Quando non si tratta di vere e proprie armi, di foggia orientale o europea, moderne o antiche, si tratta di bandiere, trombette, insegne, oggetti preziosi che paiono scelti fra il bottino di guerra. fra i vari emblemi compaiono tre imprese gonzaghesche il ramarro su un cimiero, su due scudi il sole raggiante e, propria di Vespasiano, la saetta alata (sotto una bandiera con l'aquila imperiale) 
Sabbioneta (MN) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
panoplie 
intonaco/ pittura a fresco 
bibliografia specifica: AA.VV - 1986 
bibliografia specifica: Bora G - 1977 
bibliografia specifica: Carpeggiani P - 1972 
bibliografia specifica: Di Giampaolo M - 1975 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here