Santa Rosalia (disegno, opera isolata) by Teosa Giuseppe (fine sec. XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0300641905 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

disegno, opera isolata Santa Rosalia
Santa Rosalia (disegno, opera isolata) di Teosa Giuseppe (fine sec. XVIII) 
Santa Rosalia (disegno, opera isolata) by Teosa Giuseppe (fine sec. XVIII) 
disegno (opera isolata) 
Nella parte destra del foglio si vede santa Rosalia in ginocchio e rivolta verso il centro intenta a colpire un chiodo con un martello per trafiggersi il piede sinistro; la scena si svolge in una chiesa di cui si vede un altare laterale con il crocifisso nella parte sinistra della composizione; due angeli in cielo accompagnati da due cherubini le offrono un fiore mentre altri due angioletti si trovano in basso a sinistra sorreggono uno stemma 
1790-1799 
0300641905 
disegno 
00641905 
03 
0300641905 
Come ricorda la scritta riportata su un biglietto incollato sul disegno, l'opera fu donata nel 1920 dal pittore rovatese Girolamo Calca. Assegnato alla prima attività del Teosa, attorno agli anni Novanta del Settecento da Terraroli (1991, p. 43), il disegno, dai tratti decisi e spigliati, sembra essere la prima idea per una pala d'altare ad oggi non ancora rintracciata. L'insieme lascia intravedere il gusto ancora di matrice barocchetta della composizione, legata ancora ai caratteri appresi dall'artista durante il suo apprendistato romano presso il Batoni, specialmente nelle mosse ardite ed eleganti degli angioletti che fanno da corteggio alla figura energica della santa. Stilisticamente l'opera pare un primo abbozzo, forse in seguito ripreso dal Teosa, una sorta di appunto stenografico, assai distante dal tratto morbido della grafica teosana, già attestato nei disegni preparatori per le prime opere camune e costante (sia nei tipi che nel procedimento) durante tutta la lunga carriera dell'artista clarense 
Santa Rosalia 
Nella parte destra del foglio si vede santa Rosalia in ginocchio e rivolta verso il centro intenta a colpire un chiodo con un martello per trafiggersi il piede sinistro; la scena si svolge in una chiesa di cui si vede un altare laterale con il crocifisso nella parte sinistra della composizione; due angeli in cielo accompagnati da due cherubini le offrono un fiore mentre altri due angioletti si trovano in basso a sinistra sorreggono uno stemma 
Chiari (BS) 
proprietà privata 
Santa Rosalia 
inchiostro bruno su carta 
bibliografia specifica: Terraroli V - 1991 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here