portale by Briosco Benedetto detto Benedetto Pavese, Amadeo Giovanni Antonio, Giovan Battista da Sesto (attribuito), Giovan Stefano da Sesto (attribuito), Della Porta Antonio detto Tamagnino (attribuito) (fine/ inizio secc. XV/ XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0300702439 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

portale di Briosco Benedetto detto Benedetto Pavese, Amadeo Giovanni Antonio, Giovan Battista da Sesto (attribuito), Giovan Stefano da Sesto (attribuito), Della Porta Antonio detto Tamagnino (attribuito) (fine/ inizio secc. XV/ XVI) 
portale by Briosco Benedetto detto Benedetto Pavese, Amadeo Giovanni Antonio, Giovan Battista da Sesto (attribuito), Giovan Stefano da Sesto (attribuito), Della Porta Antonio detto Tamagnino (attribuito) (fine/ inizio secc. XV/ XVI) 
ca 1492-ca 1501 
Portale sorretto da due coppie di colonne, con rilievi istoriati nello zoccolo e in tre lesene per parte, collocate dietro ciascuna colonna e nell'immediato risvolto verso l'interno 
portale 
00702439 
03 
0300702439 
Nell'agosto 1501 fu commissionata a Benedetto Briosco la realizzazione dell'imponente portale in facciata, con "istorie et figure fiende et ponende in opere in ipsa porta", negli stipiti. Il termine di consegna era fissato entro cinque anni, per un compenso di duemila ducati. Gli accordi esoneravano lo scultore dall'occuparsi delle formelle istoriate sui basamenti laterali, poiché queste "fiunt et iam principate sunt per ipsum Magistrum Benedictum et Johannes Antonium de Amadeis". Sui basamenti vennero in seguito erette le due coppie di gigantesche colonne monolitiche in marmo bianco. La prima coppia era già posta in opera nel luglio 1504, quando veniva richiesta a Pace Gaggini la seconda, che il Tamagnino si impegnava a stimare, ma che non venne realizzata in quell'occasione. Le piccole scene con Storie di Maria e dei Santi Siro, Giovanni Battista e Ambrogio nelle sei lesene restrostanti sono attribuite al Briosco, ai fratelli da Sesto e al Tamagnino, mentre al solo Briosco spettano i quattro grandi riquadri con Storie della fondazione della Certosa. Si suppone che l'impresa fosse terminata nel 1506 
Portale sorretto da due coppie di colonne, con rilievi istoriati nello zoccolo e in tre lesene per parte, collocate dietro ciascuna colonna e nell'immediato risvolto verso l'interno 
portale 
Certosa di Pavia (PV) 
0300702439 
portale 
proprietà Stato 
marmo 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here