Discobolo Lancellotti, Discobolo (statua) by Gherardi Virgilio - produzione Italia centro-settentrionale (secc. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0303243432 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

statua Discobolo
Discobolo Lancellotti, Discobolo (statua) di Gherardi Virgilio - produzione Italia centro-settentrionale (secc. XIX) 
Discobolo Lancellotti, Discobolo (statua) by Gherardi Virgilio - produzione Italia centro-settentrionale (secc. XIX) 
Discobolo Lancellotti, Discobolo (statua) 
opera in gesso 
post 1871-ante 1900 
0303243432 
statua 
03243432 
03 
0303243432 
Il gesso è cavato dal cosidetto Discobolo Lancellotti, statua romana (sec. II d.C.) in marmo conservata a Roma nel Museo Nazionale Romano. La statua romana è a sua volta copia in gesso di un originale in bronzo realizzato da Mirone, forse a Sparta, attorno al 460-450 a.C.. Il Discobolo Lancellotti fu scoperto a Roma nel 1871 sull'Esquilino ed entrò a far parte delle collezioni di Palazzo Massimo Lancellotti. Sul basamento del gesso appare la firma "Gherardi": potrebbe trattarsi del formatore Virgilio Gherardi, attivo a Roma nell'ultimo quarto del sec. XIX. Non è possibile tuttavia stabilire la data d’ingresso del gesso nel patrimonio dell’Accademia. Per quanto riguarda la cronologia, in coerenza con l'attribuzione al Gherardi, è stato indicato come post quem l'anno di scoperta della statua originale e come ulteriore termine ante quem l'arco di attività del formatore. Il gesso è stato preso in considerazione da Lucrezia Bertoli nella sua tesi di laurea, senza riscontro sulla firma 
Discobolo 
Discobolo Lancellotti 
opera in gesso 
Bergamo (BG) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
Discobolo, Discobolo Lancellotti 
gesso 
bibliografia specifica: Bertoli L - 2013 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here