Madonna con Bambino e Santi (dipinto) - ambito veneto (sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500042919A-1 an entity of type: CulturalPropertyComponent

dipinto, elemento d'insieme Madonna con Bambino e Santi
Madonna con Bambino e Santi (dipinto) - ambito veneto (sec. XVI) 
Madonna con Bambino e Santi (dipinto) - ambito veneto (sec. XVI) 
ca 1542-ca 1542 
La Madonna è seduta in gloria sulle nubi e su una corona di angeli che si stagliano contro il cielo, circondata da un nembo di luce gialla con riflessi rosati. I santi sono disposti in piedi in atto di indicare la Vergine e di leggere le preghiere. alla sinistra di S. Biagio vi è una figura di paggio che regge la pala del martirio. Da notare che tra i santi figura S. Biagio a cui è dedicata la cappella e San Benedetto, la qua cosa sta ad indicare che la chiesa era dei benedettini. Nel campanello di s. Antonio rilevarsi la sigla del pittore, cioè una lettera A, con altra lettera B fra le aste inferiori e con la data 1542 nell'occhiello superiore 
dipinto 
00042919 
05 
0500042919A 
In questa pala sono riscontrabili le diverse tendenze tra cui si orienta l'arte del Badile: mentre da un lato i santi ricalcano i modi del Caroto(pala di s. Fermo Maggiore) il motivo della Madonna in Gloria in un alone luminoso con il manto teso a baldacchino richiama quelli analoghi della Pala di S. Bernardino di B. Lotto e quella del Moretto per S. Giorgio in Braida a Verona; il Bimbo ricorda quello della Pala di Cà Pesaro di Tiziano. Inizia qui il periodo più felice dell'attività del Badile che cerca di aggiornare il suo stile imitando la recente pittura di Venezia, forse anche grazie alla preliari che il Ridolfi dice nipote del Badile, ma tale notizia non è confermata da alcun documento. Nel giovanetto ricciuto che tiene nelle mani la palma ed il pettine, simboli del martirio, la tradizione ha voluto riconoscere il giovane Veronese che nel 1566 sposerà la figlia del maestro 
Madonna con Bambino e Santi 
La Madonna è seduta in gloria sulle nubi e su una corona di angeli che si stagliano contro il cielo, circondata da un nembo di luce gialla con riflessi rosati. I santi sono disposti in piedi in atto di indicare la Vergine e di leggere le preghiere. alla sinistra di S. Biagio vi è una figura di paggio che regge la pala del martirio. Da notare che tra i santi figura S. Biagio a cui è dedicata la cappella e San Benedetto, la qua cosa sta ad indicare che la chiesa era dei benedettini. Nel campanello di s. Antonio rilevarsi la sigla del pittore, cioè una lettera A, con altra lettera B fra le aste inferiori e con la data 1542 nell'occhiello superiore 
elemento d'insieme 
Madonna con Bambino e Santi 
Verona (VR) 
0500042919A-1 
dipinto 
proprietà Ente religioso cattolico 
tela/ pittura a olio 
bibliografia di confronto: BERNASCONI C - 1864 
bibliografia di confronto: BIADEGO G - 1906 
bibliografia di confronto: DALLA ROSA S - 1809 
bibliografia di confronto: Marchesini V - 1877 
bibliografia di confronto: TESSARI U. G - 1958 
bibliografia di confronto: VENTURI A - 1915 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here