Due monete con Ercole, la Giustizia e la Libertà e il motto della Rivoluzione Francese (recto), Un contadino con una falce accompagnato da un'iscrizione (verso) (fermacarte, opera isolata) - manifattura francese (inizio XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500335691 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

fermacarte, opera isolata Due monete con Ercole, la Giustizia e la Libertà e il motto della Rivoluzione Francese (recto), Un contadino con una falce accompagnato da un'iscrizione (verso)
Due monete con Ercole, la Giustizia e la Libertà e il motto della Rivoluzione Francese (recto), Un contadino con una falce accompagnato da un'iscrizione (verso) (fermacarte, opera isolata) - manifattura francese (inizio XX) 
Due monete con Ercole, la Giustizia e la Libertà e il motto della Rivoluzione Francese (recto), Un contadino con una falce accompagnato da un'iscrizione (verso) (fermacarte, opera isolata) - manifattura francese (inizio XX) 
fermacarte (opera isolata) 
Fermacarte rettangolare in cristallo con al centro due monete da 5 franchi della Terza Repubblica francese, in cui è raffigurato Ercole tra la Giustizia e la Libertà, nella celebre versione creata precedentemente dal medaglista Augustin Dupré (1748-1833) e accompagnata dal motto "Liberté, Egalité, Fraternité”. Sul verso del fermacarte è incisa la dedica a Eleonora Duse e in alto, entro un tondo, l'emblema del teatro e l'iscrizione "L'Oeuvre" 
1905-1905 
0500335691 
fermacarte 
00335691 
05 
0500335691 
Il fermacarte è uno dei tanti riconoscimenti ricevuti dalla Duse per i suoi meriti artistici. Venne donato da Aurélien Lugné -Poe (1869-1940), attore e impresario francese tra i fondatori del Téâtre de l’Oeuvre di Parigi, in occasione della partecipazione dell’attrice alla rappresentazione del dramma russo I bassifondi di Makim Gor’kij, portata in scena al Téâtre de l’Oeuvre il 23 ottobre 1905. La Duse partecipò come ospite alla rappresentazione recitando in italiano con la compagnia di Lugné e chiese soli 10 franchi, il compenso del più piccolo attore, in segno di profondo affetto per i colleghi francesi (Pagani 2013, p. 315). Da qui la scelta del dono che reca le due monete, come chiarisce l’iscrizione sul verso “Le cachet d’Eleonora Duse” e il riferimento al dramma di Gor’kij “Bas fonds”, il solo che la Duse riuscì a portare in scena durante la sua carriera, nonostante la grande ammirazione nutrita per il teatro russo. Il fermacarte è citato tra gli oggetti donati da Enrichetta Angelica Bullough al Museo di Asolo 
Due monete con Ercole, la Giustizia e la Libertà e il motto della Rivoluzione Francese (recto) 
Un contadino con una falce accompagnato da un'iscrizione (verso) 
94L71 : 51E11 : 11M44 (recto). 47I1 (AGRICOLTORE) : 47I15 (FALCETTO) 
Fermacarte rettangolare in cristallo con al centro due monete da 5 franchi della Terza Repubblica francese, in cui è raffigurato Ercole tra la Giustizia e la Libertà, nella celebre versione creata precedentemente dal medaglista Augustin Dupré (1748-1833) e accompagnata dal motto "Liberté, Egalité, Fraternité”. Sul verso del fermacarte è incisa la dedica a Eleonora Duse e in alto, entro un tondo, l'emblema del teatro e l'iscrizione "L'Oeuvre" 
Asolo (TV) 
proprietà Stato 
Due monete con Ercole, la Giustizia e la Libertà e il motto della Rivoluzione Francese (recto) ; Un contadino con una falce accompagnato da un'iscrizione (verso) 
cristallo/ incisione/ molatura 
bibliografia specifica: Comacchio Luigi - 1979 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here