Uomo in piedi e ritratto a mezzo busto, figure (stampa a colori) by Hokuei (sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500387122 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

stampa a colori, stampa di invenzione figure
Uomo in piedi e ritratto a mezzo busto, figure (stampa a colori) di Hokuei (sec. XIX) 
Uomo in piedi e ritratto a mezzo busto, figure (stampa a colori) by Hokuei (sec. XIX) 
Uomo in piedi e ritratto a mezzo busto, figure (stampa a colori) 
Figure maschili: un uomo. Interno: stanza di abitazione 
1835-1835 
0500387122 
stampa a colori stampa di invenzione 
00387122 
05 
0500387122 
La stampa raffigura l'attore Seki Sanjuro II (1786 - 1836) nel ruolo di Banzui (o Banzuiin) Chobei, popolano cavalleresco, in piedi davanti ad una parete di legno, con la mano destra appoggiata sull'elsa della spada, pronto a sfoderarla. Intorno al collo ha legato un asciugamano, e il suo kimono nero è decorato da un disegno che allude al suo nome, comprendendo tre (san) volte il carattere dieci (ju) e la sillaba ro. In alto a sinistra all'interno di una cornice quadrata è raffigurato a mezzo busto l'attore Arashi Rikan II (1788 - 1837) nel ruolo di Hirai (o Shirai) Gonpachi, uno dei personaggi principali del dramma che però non appare in questa scena. Sono personaggi del dramma Hiyokumon sato no nishiki-e, incentrato sulle vicende dei due amanti, Gonpachi e la cortigiana Komurasaki. E'la parte sinistra di un trittico la cui scena si svolge davanti ad alcune case da tè nel quartiere dei piaceri: a destra è raffigurato un altro popolano cavalleresco, Token Jubei (cfr. n. 86), in piedi in atteggiamento minaccioso con il suo seguace Honjo Sukehachi, accovacciato, che si nasconde impaurito dietro il suo capo. Al centro Komurasaki interviene facendo il gesto di fermare Jubei, forse per impedire un litigio violento fra i due popolani cavallereschi. La storia di Gonpachi e Komurasaki si basa in parte su fatti realmente accaduti. Gonpachi, figlio di un samurai, fugge dalla sua terra nativa dopo aver ucciso un uomo durante una lite. A Edo si innamora della cortigiana Komurasaki e diventa rapinatore e assassino per procurarsi i soldi per andare a trovare Komurasaki nel quartiere dei piaceri. Alla fine viene catturato e condannato a morte. Komurasaki si suicida davanti alla tomba di Gonpachi e la gente, impietosita, la seppellsice nella tomba del suo amato. Nei drammi kabuki questa storia viene collegata a Banzui Chobei, morto pi- di vent'anni prima, che protegge Gonpachi. La storia dei due amanti costituisce un filone importante del kabuki e, a partire dalla metà del '700 fino alla seconda metà dell'800, venne riscritta, adattata, abbellita e mescolata con altri filoni, da numerosi noti drammaturghi, come Sakurada Jisuke, Kawatake Shinshichi, Namiki Gohei, Tsuruya Nanboku, Kawatake Mokuami e altri ancora 
figure 
Uomo in piedi e ritratto a mezzo busto 
Figure maschili: un uomo. Interno: stanza di abitazione 
Venezia (VE) 
proprietà Stato 
figure, Uomo in piedi e ritratto a mezzo busto 
carta/ xilografia 
bibliografia specifica: D. Maggio - 2001 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here