allegoria della Vittoria che incorona un soldato e indica la via (monumento ai caduti - a cippo) by Caldana Egisto, Fonderia artistica Battaglia, Pogliani e Frigerio (sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500406247 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

monumento ai caduti, a cippo, Monumento ai caduti della prima e della seconda guerra mondiale allegoria della Vittoria che incorona un soldato e indica la via
allegoria della Vittoria che incorona un soldato e indica la via (monumento ai caduti - a cippo) di Caldana Egisto, Fonderia artistica Battaglia, Pogliani e Frigerio (sec. XX) 
allegoria della Vittoria che incorona un soldato e indica la via (monumento ai caduti - a cippo) by Caldana Egisto, Fonderia artistica Battaglia, Pogliani e Frigerio (sec. XX) 
Monumento ai caduti della prima e della seconda guerra mondiale (monumento ai caduti a cippo) 
Al centro del giardino, di fronte a Villa Mattarello, sorge il monumento: una base di marmo, decorata da un braciere, e un plinto liscio reggono il cippo coronato in alto da festoni bronzei di foglie di alloro e da una cimasa poco sporgente su cui poggia il gruppo scultoreo. Il gruppo bronzeo raffigura un soldato che, a petto scoperto, innalza con la destra, fiero, un gladio seguendo l'indicazione della Vittoria alata che, alle sue spalle, lo sta incoronando mentre con la destra puntata verso l'orizzonte indica la via della gloria. Sulla fronte del cippo la dedica del monumento ravvivata da una corona di alloro e foglie di quercia. Alla destra del monumento, seguendo un vialetto, sul muro di cinta del giardino sono infisse le lapidi con i nomi del caduti della Prima e della Seconda Guerra Mondiale 
1922-1922 
0500406247 
monumento ai caduti a cippo 
00406247 
05 
0500406247 
Il 4 giugno 1922 venne inaugurato il monumento ai caduti opera di Egisto Caldana e vennero scoperte le lapidi commemorative con i nomi di oltre duecento caduti di Arzignano (Per l'inaugurazione del Monumento ai Caduti in guerra di Arzignano, in "Il Corriere Vicentino", 2 giugno 1922; L'inaugurazione del Monumento ai Caduti di Arzignano, in "La Provincia di Vicenza", 2 giugno 1922; Arzignano rievoca austeramente i suoi Caduti inaugurandone un magnifico monumento, in "Il Corriere Vicentino", 6 giugno 1922; I monumenti della riconoscenza eretti dagli italiani ai caduti per la patria nella Grande Guerra 1914-1918, serie I, Bologna 1923, n. 25; G. Mantese, Storia di Arzignano, 2 voll., Arzignano 1985, vol. II, p. 752, fig. 85; G. Menato, Le arti figurative del Novecento fino agli anni Sessanta, in Storia di Vicenza, IV/2, L'età contemporanea, a cura di F. Barbieri, G. De Rosa, Vicenza 1993, p. 154, fig. 82) 
allegoria della Vittoria che incorona un soldato e indica la via 
45B : 45A3 : 54F2(+1) : 44B162 : 31A25552 
Al centro del giardino, di fronte a Villa Mattarello, sorge il monumento: una base di marmo, decorata da un braciere, e un plinto liscio reggono il cippo coronato in alto da festoni bronzei di foglie di alloro e da una cimasa poco sporgente su cui poggia il gruppo scultoreo. Il gruppo bronzeo raffigura un soldato che, a petto scoperto, innalza con la destra, fiero, un gladio seguendo l'indicazione della Vittoria alata che, alle sue spalle, lo sta incoronando mentre con la destra puntata verso l'orizzonte indica la via della gloria. Sulla fronte del cippo la dedica del monumento ravvivata da una corona di alloro e foglie di quercia. Alla destra del monumento, seguendo un vialetto, sul muro di cinta del giardino sono infisse le lapidi con i nomi del caduti della Prima e della Seconda Guerra Mondiale 
Arzignano (VI) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
allegoria della Vittoria che incorona un soldato e indica la via 
marmo  bronzo 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here