motivi decorativi vegetali e animali (sovrapporta e cornice, opera isolata) - ambito veneziano (secc. XIX-XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500577629 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

sovrapporta e cornice, opera isolata motivi decorativi vegetali e animali
motivi decorativi vegetali e animali (sovrapporta e cornice, opera isolata) - ambito veneziano (secc. XIX-XX) 
motivi decorativi vegetali e animali (sovrapporta e cornice, opera isolata) - ambito veneziano (secc. XIX-XX) 
sovrapporta e cornice (opera isolata) 
archivolto lavorato a rilievo raffigurante cornice a girale abitato con Mano Benedicente in chiave di volta tra listelli piatti. Cornice a fioroni clipeati alternati a gigli stilizzati 
ca 1800-ca 1950 
0500577629 
sovrapporta e cornice 
00577629 
05 
0500577629 
realizzato ad imitazione dei portali degli edifici civili di Venezia l'arco del sovrapporta presenta decorazione a girale abitato. Come attesta Dorigo (2003), nella scultura architettonica questa decorazione assunse un ruolo di esponente tipico fra la metà del XII e tutto il corso del XIII secolo. Nel girale abitato, individuabile tra le tipologie di marcapiani, si possono riconoscere i soggetti animalistici presenti sulle patere, come uccelli e quadrupedi, alternati solitamente da incroci di racemi terminanti con motivo fogliaceo, che il più delle volte è un tralcio vitineo. Sempre Dorigo, osserva che la presenza della mano benedicente in chiave d'arco sembra indicativa della prima fase di utilizzo degli archi e che scomparve progressivamente con la laicizzazione dei motivi decorativi di archi ma anche dei marcapiano. La cornicetta a fioroni clipeati alternati fra palmette o gigli stilizzati, posta ad inquadrare l'arco, rappresenta invece, un esempio di transizione alla cultura gotica. Questa si affermò, infatti, sul finire della lunga stagione della scultura romanica del girale fitomorfico abitato da figurazioni animalistiche e divenne predominante per tutta la prima metà del Trecento. Si precisa a tal proposito che la disposizione qui adottata, arco incorniciato con fregio e l'inserimento di due patere (cfr. NCT 05/00577484 e NCT 05/00577485) nella superficie interna, imita le collocazioni di reimpiego dei pezzi lapidei. Spesso a Venezia, infatti, in occasione di ristrutturazioni o di demolizioni di antichi palazzi e chiese i pezzi furono riutilizzati con invenzione. Un esempio simile, seppur costituito da pezzi originari, è attestato da Dorigo a ca' Contarini dalla porta di ferro 
motivi decorativi vegetali e animali 
48 A 98 3 : 48 A 98 4 
archivolto lavorato a rilievo raffigurante cornice a girale abitato con Mano Benedicente in chiave di volta tra listelli piatti. Cornice a fioroni clipeati alternati a gigli stilizzati 
Venezia (VE) 
proprietà privata 
motivi decorativi vegetali e animali 
pietra d'Istria 
bibliografia specifica: Piamonte G - 1996 
bibliografia di confronto: Dorigo W - 2003 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here