San Cristoforo guada il fiume con Gesù Bambino sulle spalle (scultura, opera isolata) - ambito veneziano (sec. XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500577752 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

scultura, opera isolata San Cristoforo guada il fiume con Gesù Bambino sulle spalle
San Cristoforo guada il fiume con Gesù Bambino sulle spalle (scultura, opera isolata) - ambito veneziano (sec. XVII) 
San Cristoforo guada il fiume con Gesù Bambino sulle spalle (scultura, opera isolata) - ambito veneziano (sec. XVII) 
scultura (opera isolata) 
statua di San Cristoforo con Bambin Gesù sulle spalle; il santo si sorregge con un grosso e lungo bastone 
1600-1699 
0500577752 
scultura 
00577752 
05 
0500577752 
la statua, che risale al secolo XVII, rappresenta San Cristoforo, "portatore di Cristo" che subì il martirio in Licia nel 250. E' raffigurato nell'atto di attraversare il fiume con un bambino sulle spalle. Quest'ultimo è Gesù che chiede all'uomo di essere traghettato. Cristoforo si chiamava in realtà Reprobo; era un cananeo di esagerata statura che aveva deciso di mettere la sua forza a servizio dell'essere più potente della terra. Servì a lungo un re, ma quando si accorse che questi aveva paura del demonio lo abbandonò. Trovò il diavolo e gli offrì i suoi servigi ma, quando lo vide evitare un crocifisso, capì che anche il diavolo temeva uno più potente di lui. incontrò allora un eremita che cominciò a parlargli della potenza di Cristo e che gli consigliò di mettersi presso il fiume e traghettare i poveri viandanti: servendo gli umili avrebbe servito Cristo. Un giorno un bambino chiede di essere traghettato, ma nel passaggio si faceva così pesante che a Reprobo sembrava di trasportare il mondo. Si rivelò allora come Cristo, suo creatore, mentre il bastone di Reprobo, da ora Cristoforo, ossia portatore di Cristo, germogliava a dimostrazione del prodigioso trasporto. In seguito Cristoforo visse predicando e patì il martirio probabilmente sotto Decio (Giorgi). Tale santo "[...] nel Medioevo [...] venne eletto protettore dei viaggiatori. La sua figura gigantesca veniva dipinta all'esterno delle chiese, perché dalla strada i passanti si potessero raccomandare a lui" (Bargellini, 1980); "[...] il Santo ricordato tra gli ausiliatori, nelle lagune è invocato come patrono contro le acque o per ottenere giornate propizie [...]" (Musolino G./ Niero A./ Tramontin S./ Candiani C., 1965). La statua dà il nome alla calle 
San Cristoforo guada il fiume con Gesù Bambino sulle spalle 
11 H (CRISTOFORO) 51 
statua di San Cristoforo con Bambin Gesù sulle spalle; il santo si sorregge con un grosso e lungo bastone 
Venezia (VE) 
proprietà privata 
San Cristoforo guada il fiume con Gesù Bambino sulle spalle 
pietra d'Istria 
bibliografia specifica: Comune di Venezia - 1905 
bibliografia specifica: Piamonte G - 1996 
bibliografia di confronto: Biedermann H - 2000 
bibliografia di confronto: Brusegan M - 2005 
bibliografia specifica: Pazzi P - 2000 
bibliografia specifica: Tassini G - 1970 
bibliografia specifica: Rizzi A - 1987 
bibliografia di confronto: Pazzi P - 2000 
bibliografia specifica: Niero A./ Musolino G./ Tramontin S - 1972 
bibliografia di confronto: Giorgi R - 2002 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here