Sacro Cuore di Gesù (tabernacolo, insieme) - produzione veneziana (secondo quarto sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500640588 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

tabernacolo, insieme Sacro Cuore di Gesù
Sacro Cuore di Gesù (tabernacolo, insieme) - produzione veneziana (secondo quarto sec. XX) 
Sacro Cuore di Gesù (tabernacolo, insieme) - produzione veneziana (secondo quarto sec. XX) 
tabernacolo (insieme) 
tabernacolo a nicchia con tetto a doppio spiovente. Una croce greca all'interno di clipeo è incisa sul fronte del timpano. Un cancelletto metallico racchiude nella nicchia una statua in gesso raffigurante il Sacro Cuore di Gesù. E' sprovvisto di illuminazione 
(?) 1945-(?) 1945 
0500640588 
tabernacolo 
00640588 
05 
0500640588 
il rilievo raffigura il "Sacro Cuore di Gesu" con la seguente iscrizione: "SACRO CUORE DI GESU' / NOSTRA SPERANZA / PIETA' DI NOI / INCVRSIONE AREA 12.3.1945". “Negli anni successivi al secondo conflitto mondiale, anzi, si è notato un risveglio nella pietà veneziana che costruì nuovi tabernacoli in ringraziamento per lo scampato pericolo della guerra e dai bombardamenti (1945), in occasione della Madonna Pellegrina (1950), dell’Anno Mariano (1954) e del Centenario delle apparizioni della Vergine di Lourds"(Cusam-Fabian, 1958). "Nella Bibbia, il cuore è l''uomo interiore', giacchè mentre l'uomo vede negli occhi, Dio vede nel cuore (1. Samuele 16, 7). Di Dio stesso viene detto 'egli si addolorò nel suo cuore' (Genesi 6,6). Nel Nuovo Testamento si afferma che grazie alla fede Dio abita nel cuore (Efesini 3, 17)" (Biedermann, 2000). E ancora Lurker (1994) così scrive: "Nel medieovo cristiano il cuore è divenuto sempre più un simbolo dell'amore, in senso sia profano sia anche religioso. [...] lo scrittore Durando, che ha trattato temi liturgici (secondo XIII), ha definito il cuore un altare mistico, su cui gli stimoli carnali sono divorati dal fuoco dello Spirito Santo, mentre vengono offerte in sacrificio opere purificate dell'amore. Il culto per il Sacro Cuore di Gesù, [...], verso la fine del medioevo viene divulgato in vasti ambiti con immagini che lo raffigurano col cuore trapassato quale simbolo del Salvatore amoroso e sofferente". Il culto del Cuore di Gesù, iniziato nel tardo medioevo, dal 1765 viene festeggiato il venerdì o la domenica dopo il Corpus Domini 
Sacro Cuore di Gesù 
11 D 42 2 
tabernacolo a nicchia con tetto a doppio spiovente. Una croce greca all'interno di clipeo è incisa sul fronte del timpano. Un cancelletto metallico racchiude nella nicchia una statua in gesso raffigurante il Sacro Cuore di Gesù. E' sprovvisto di illuminazione 
Venezia (VE) 
Sacro Cuore di Gesù 
pietra  metallo  gesso 
bibliografia di confronto: Biedermann H - 2000 
bibliografia di confronto: Rizzi A - 1987 
bibliografia di confronto: Cuman F. S./ Fabbian P - 1988 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here