motivi decorativi geometrici e vegetali (decorazione plastico-architettonica, elemento d'insieme) - produzione veneziana (sec. XV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500640685 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

decorazione plastico-architettonica, elemento d'insieme motivi decorativi geometrici e vegetali
motivi decorativi geometrici e vegetali (decorazione plastico-architettonica, elemento d'insieme) - produzione veneziana (sec. XV) 
motivi decorativi geometrici e vegetali (decorazione plastico-architettonica, elemento d'insieme) - produzione veneziana (sec. XV) 
decorazione plastico-architettonica (elemento d'insieme) 
elementi quadrangolari raffiguranti coppie di archetti trilobati tra motivi fogliacei 
post 1400-ante 1499 
0500640685 
decorazione plastico-architettonica 
00640685 
05 
0500640685 
a Venezia, come in tutto il territorio lagunare, la mancanza di materiale lapideo e l’abbondanza di argilla, depositata da circa una ventina di corsi d’acqua, favorirono lo sviluppo e il progressivo aumento di fornaci per la produzione di laterizi e stoviglie. Lo stesso combustibile poteva essere facilmente recuperato dai lidi boscosi e dalle vaste barene, dove crescevano spontaneamente canneti e giunchi palustri (Luigi Conton, 1933, 1937). La testimonianza più evidente sta nell’edilizia veneziana, costituita prevalentemente da muratura in mattoni, e seppur oggi in numero minore, dagli elementi decorativi come quelli in esame. I pezzi di ornamentazione architettonica, furono forgiati a uso di cornicioni, di lastre metopali, di ghiere di archi e portali, ma anche di patere e di formelle; furono impiegati composti tra loro, generalmente sulle cortine edilizie poste a delimitazione di giardini, di orti e di cortili sia nei palazzi più ricchi sia nei monasteri. Non si esclude che i due elementi in esame, probabilmente parti costituenti di una cornice d’arco, in origine potessero essere stati protetti, come aveva riscontrato Conton nei suoi studi, da una tinta corallino-lucida o da un’invetriatura di colore verde, oggi non riscontrabili al semplice esame visivo a causa dell’esposizione agli agenti atmosferici. Si ricorda, secondo le stesse fonti di Conton, che già nel 1339 il Senato Veneto deliberasse in materia di scavo di argilla per la realizzazione di laterizi e stoviglie, evidenziando come l’attività di prendere tale materiale in laguna fosse già un’antica consuetudine dei veneziani 
motivi decorativi geometrici e vegetali 
48 A 98 1 : 48 A 98 3 
elementi quadrangolari raffiguranti coppie di archetti trilobati tra motivi fogliacei 
Venezia (VE) 
proprietà privata 
motivi decorativi geometrici e vegetali 
terracotta/ modellatura in stampo 
bibliografia specifica: Piamonte G - 1996 
bibliografia specifica: Pazzi P - 2000 
bibliografia di confronto: Trincanato E. R - 1948 
bibliografia specifica: Rizzi A - 1987 
bibliografia di confronto: Conton L - 1933 
bibliografia di confronto: Conton L - 1937 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here