rilievo, pendant - ambito veneziano (sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500640750 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

rilievo, pendant
rilievo, pendant - ambito veneziano (sec. XX) 
rilievo, pendant - ambito veneziano (sec. XX) 
rilievo (pendant) 
comparto tondo scalpellato, definito da cornice a listtello piatto 
post 1922-ante 1943 
0500640750 
rilievo 
00640750 
05 
0500640750 
sebbene la superficie del rilievo in esame appare scalpellata, si intravede la sagoma del fascio littorio, emblema politico che ha dato il nome al fascismo italiano. In coppia con i leoni marciani, rilievi di questo tipo, furono affissi ai lati delle porte d'ingresso di tutti gli edifici di proprietà comunale, compresi gli edifici scolastici, tra il 1922 e il 1943, ossia nel così detto "ventennio fascista". Il leone in moleca, come simbolo di venezianità, da un lato ed il fascio littorio, come simbolo del governo politico, dall'altro. Tali rilievi subirono le sorti dei leoni della repubblica e furono scalpellati, o in alcuni casi rimossi, con l'avvento dei nuovi governi. Si ricorda che il palazzo, considerato dalla bibliografia specifica opera del XVI secolo, appartenne ai discendenti della famiglia Dona' fino al 1847, per passare poi di proprietà alla famiglia Charmet, e solo pochi anni dopo, il 12 maggio 1869, al Comune di Venezia, che lo acquistò con asta pubblica e lo adibì ad uso scolastico 
soggetto non rilevabile 
comparto tondo scalpellato, definito da cornice a listtello piatto 
Venezia (VE) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
rilievo 
pietra d'Istria/ scultura 
bibliografia di confronto: Comune di Venezia - 1905 
bibliografia di confronto: Rizzi A - 2001 
bibliografia di confronto: Brusegan M - 2006 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here