emblema della confraternita della Carità (emblema di confraternita, opera isolata) - produzione veneziana (terzo quarto sec. XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500641043 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

emblema di confraternita, opera isolata emblema della confraternita della Carità
emblema della confraternita della Carità (emblema di confraternita, opera isolata) - produzione veneziana (terzo quarto sec. XVIII) 
emblema della confraternita della Carità (emblema di confraternita, opera isolata) - produzione veneziana (terzo quarto sec. XVIII) 
emblema di confraternita (opera isolata) 
entro cornice liscia quadrata, due cerchi concentrici intersecano croce greca. Al margine superiore e inferiore del riquadro sono incise due iscrizioni 
1755-1755 
0500641043 
emblema di confraternita 
00641043 
05 
0500641043 
l’insegna, costituita da due cerchi concentrici intersecanti croce greca a braccia biansate, è lo stemma di una delle sei Scuole Grandi (confraternite) di Venezia: la Scuola della Misericordia. L’iscrizione (“COMMISSARIA SORANZO”) incisa a caratteri maiuscoli sul fronte superiore della cornice pare specificare che l’immobile al quale è affisso (se il rilievo non è erratico) possa essere stato un bene donato dalla Commissaria Soranzo della Scuola Grande della Misericordia nel 1755 (le commisarie erano delle associazioni dedite alla beneficenza e assistenza). Per quanto concerne la famiglia Soranzo questa, di probabili origini romane, pare sia giunta a Venezia da Altino o Burano nel 456; venne a far parte del Consiglio dal 747. “La confraternita della Carità ebbe origine nel 1260 in chiesa di S. Leonardo. Poscia trasferissi alla Giudecca, ove fondò un oratorio sacro a S. Jacopo, più tardi atterrato per dar luogo alla chiesa dei pp. Serviti. Quindi, ritornata a Venezia, eresse nel 1344, presso il convento dei canonici regolari di S. Maria della Carità, una Scuola, che circa il 1760 fu decorata d’esterno prospetto eseguito da Bernardino Maccaruzzi sul disegno di Giorgio Massari. La confraternita della Carità venne disciolta nel 1807 per opera dell’Italico Governo. Apparteneva alle sei Scuole Grandi, ed ebbe fra i suoi confratelli molti illustri personaggi, fra i quali il cardinale Bessarione, celebre per dottrina, e pel dono fatto nel 1468 alla Repubblica della sua biblioteca fornita di codici insigni” (Tassini, 1970, p. 135) 
emblema della confraternita della Carità 
11 P 31 63 0 : 61 H (CONFRATERNITA DELLA CARITA) 
entro cornice liscia quadrata, due cerchi concentrici intersecano croce greca. Al margine superiore e inferiore del riquadro sono incise due iscrizioni 
Venezia (VE) 
emblema della confraternita della Carità 
pietra d'Istria 
bibliografia di confronto: Tassini G - 1970 
bibliografia specifica: Comune di Venezia - 1905 
bibliografia specifica: Piamonte G - 1996 
bibliografia di confronto: Gramigna S./ Perissa A - 2008 
bibliografia specifica: Levi C. A - 1900 
bibliografia specifica: Pazzi P - 2000 
bibliografia specifica: Rizzi A - 1987 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here