emblema della Scuola della Misericordia, stemmi (lapide, opera isolata) - produzione veneziana (terzo quarto sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500641045 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

lapide, opera isolata emblema della Scuola della Misericordia, stemmi
emblema della Scuola della Misericordia, stemmi (lapide, opera isolata) - produzione veneziana (terzo quarto sec. XVI) 
emblema della Scuola della Misericordia, stemmi (lapide, opera isolata) - produzione veneziana (terzo quarto sec. XVI) 
lapide (opera isolata) 
lastra rettangolare con iscrizione incisa e soprastanti due stemmi a rilievo tra monogramma di confraternita veneziana sovrastato da corona 
1569-1569 
0500641045 
lapide 
00641045 
05 
0500641045 
Gli stemmi scolpiti a rilievo, ai fianchi del monogramma SMV (Scuola Grande della Misericordia), appartengono alla famiglia Priuli (a sinistra) e Loredan (a destra). Alla prima, giunta in laguna dall’Ungheria nell’XII secolo ed entrata a far parte del patriziato veneziano, appartennero tre dogi, numerosi uomini politici e di chiesa. Anche i Loredan, forse giunti in laguna nel 1015, si distinsero come uomini illustri quali dogi e uomini d’arme. Entrambe le famiglie rientravano nella classe seconda – “case nuove” delle casate nobili veneziane (alla “classe prima” appartenevano le case vecchie “provenienti dalle famiglie tribunizie, 24 in tutto, 12 delle quali erano dette Apostoliche, perché avevano concorso all’elezione del primo Doge Paoluccio Anafesto nel 697, e 4 Evangeliste, perché avevano fondato, nel 725, il Monastero di S. Giorgio Maggiore. […] Le case nuove, costituite dalle famiglie che avevano fatto parte del Maggior Consiglio fino dall’ 800. Di queste 16 erano chiamate Ducali perché dal 1414 al 1612 (quando fu eletto Doge Marcantonio Memmo), elessero sempre il Doge nel loro seno, escludendo i membri delle Case Vecchie.” (Custoza, 1979, p. 10). Tassini (1970) a riguardo della Scuola Grande della Misericordia così racconta: “Sino dal 1308 venne eretta una scuola dedicata a Santa Maria della Misericordia presso la chiesa abaziale del medesimo nome. In seguito ampliossi, e vi si aggiunsero un ospedale, ed una cappella. Senonché cresciuto il numero dei confratelli, essi nel 1534 commisero al Sansovino l’erezione d’un nuovo albergo più grandioso, ed in seguito cessero il vecchio alla confraternita dei Tessitori di Seta […]” (Tassini, 1970, pp. 147-418) 
emblema della Scuola della Misericordia, stemmi 
11 P 31 63 0 : 61 H (MISERICORDIA) 
46 A 12 2 (PRIULI) 1 : 46 A 12 2 (LOREDAN) 1 
lastra rettangolare con iscrizione incisa e soprastanti due stemmi a rilievo tra monogramma di confraternita veneziana sovrastato da corona 
Venezia (VE) 
emblema della Scuola della Misericordia, stemmi 
pietra d'Istria 
bibliografia di confronto: Tassini G - 1970 
bibliografia specifica: Comune di Venezia - 1905 
bibliografia specifica: Piamonte G - 1996 
bibliografia specifica: Pazzi P - 2000 
bibliografia di confronto: Brusegan M - 2006 
bibliografia specifica: Rizzi A - 1987 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here