San Pietro (statua, opera isolata) - produzione lombarda (seconda meta' se. XV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500641070 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

statua, opera isolata San Pietro
San Pietro (statua, opera isolata) - produzione lombarda (seconda meta' se. XV) 
San Pietro (statua, opera isolata) - produzione lombarda (seconda meta' se. XV) 
statua (opera isolata) 
statua a figura intera (entro nicchia) raffigurante San Pietro con barba e capelli lunghi ricci.; indossa una lunga tunica sino ai piedi e tiene in una mano un libro (è privo dell'altra mano) 
ca 1465-ca 1499 
0500641070 
statua 
00641070 
05 
0500641070 
la statua , raffigurante San Pietro e risalente all'ultimo terzo del secolo XV, è posta all'angolo sinistro della facciata principale dell’immobile che fu edificato per ospitare il battistero di San Giovanni Battista. All'angolo opposto dell'edificio, sulla medesima facciata e alla stessa altezza, vi è la statua di San Paolo; tali sculture ne affiancano una centrale del santo titolare: San Giovanni Battista. Qui il santo è raffigurato con lunghi capelli e folta barba riccia, con lunga tunica e reggente un libro (l'altra mano non è più presente). Nel mondo dell'arte spesso il santo è così: “Rappresentato nella consueta tipologia dell’apostolo, vestito di tunica e pallio, a volte in abiti papali. La fisionomia di Pietro è fissata già dal secolo V sulla base della descrizione di Eusebio di Cesarea (secolo III-IV): capelli corti e ricci, barba corta e crespa e tratti segnati. Tra i suoi attributi, le chiavi, il libro e il gallo; a volte la barca” (Giorgi, 2002 ). L’oratorio divenne in seguito la sede della Scuola (Confraternita) del Santissimo Sacramento. La confraternita teneva i propri riti presso la vicina chiesa di San Pietro. “Esistevano a Venezia molte Scuole del Santissimo Sacramento, una per ogni parrocchia; esse avevano lo scopo di accrescere la devozione verso Cristo Sacramentato. Sembra che la prima Scuola di questo genere fosse stata istituita presso la chiesa del Corpus Domini, l’anno 1395, e subito imitata da tutte le chiese parrocchiali più importanti della città. Il più delle volte esse ebbero sede in una chiesa, ma, talora, riuscirono anche ad avere un proprio edificio dove tenere le riunioni. Un rilievo marmoreo raffigurante il Calice ed il Santissimo stava ad indicare, dall'esterno, la presenza di una Scuola del Santissimo […]” (Gramigna-Perissa, 1981). Con la soppressione degli ordini da parte di Napoleone, i locali passarono di proprietà del demanio 
San Pietro 
11 H (PAOLO) 
statua a figura intera (entro nicchia) raffigurante San Pietro con barba e capelli lunghi ricci.; indossa una lunga tunica sino ai piedi e tiene in una mano un libro (è privo dell'altra mano) 
Venezia (VE) 
San Pietro 
pietra d'Istria 
bibliografia specifica: Piamonte G - 1996 
bibliografia specifica: Lorenzetti G - 2002 
bibliografia specifica: Pazzi P - 2000 
bibliografia specifica: Rizzi A - 1987 
bibliografia di corredo: Giorgi R - 2002 
bibliografia di corredo: Gramigna S./ Perissa A - 1981 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here