simbolo (rilievo, opera isolata) - produzione veneziana (secondo quarto sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500641125 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

rilievo, opera isolata simbolo
simbolo (rilievo, opera isolata) - produzione veneziana (secondo quarto sec. XIX) 
simbolo (rilievo, opera isolata) - produzione veneziana (secondo quarto sec. XIX) 
rilievo (opera isolata) 
rilievo circolare con superficie centrale scalpellata e lettere e numero romano incisi ai fianchi 
post 29 ottobre 1926-ante 28 ottobre 1927 
0500641125 
rilievo 
00641125 
05 
0500641125 
lo storico d’arte Pazzi (2000, p. 206) così descrive il rilievo in esame: “Sopra il civico 201 vi è per i nostalgici del secondo periodo della dominazione italiana la possibilità di vedere la siluette di un fascio littorio e l’iscrizione che vi si accompagna allusiva all’anno V di quella età, entrambi scalpellati”. Il quinto anno dell’era fascista va dal 29 ottobre 1926 al 28 ottobre 1927 (la data di inizio dell’era fu il giorno dopo la marcia su Roma che fu il 28 ottobre 1922). Per quanto concerne il fascio littorio: “Nell’antica Roma era l’emblema dell’autorità; solo in età moderna diviene un simbolo politico. I littori erano funzionari al servizio degli alti magistrati che, armati di un’ascia avvolta in fasci di verghe, eseguivano le pene corporali e capitali. […] il fascio italiano (chiamato così per la prima volta dai tedeschi) prende il proprio nome da tali fasci: l’unione dei bastoni o delle verghe doveva siboleggiare il potere vigente, mentre la scure era il simbolo dell’aurorità suprema” (Biedermann, 2000, p. 182) 
simbolo 
44 A 1 
rilievo circolare con superficie centrale scalpellata e lettere e numero romano incisi ai fianchi 
Venezia (VE) 
simbolo 
graniglia 
bibliografia specifica: Rizzi A - 1987 
bibliografia specifica: Biedermann H - 2000 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here