araldica (chiave di volta) - produzione veneziana (sec. XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0500641181 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

chiave di volta araldica
araldica (chiave di volta) - produzione veneziana (sec. XVIII) 
araldica (chiave di volta) - produzione veneziana (sec. XVIII) 
chiave di volta 
tre stemmi familiari scolpiti a rilievo in chiave di volta di ponte 
post 1700-ante 1797 
0500641181 
chiave di volta 
00641181 
05 
0500641181 
in chiave di volta del ponte (fronte verso Via Garibaldi) sono scolpiti a rilievo tre stemmi lapidei, risalenti al XVIII secolo, riconducibili ai Provveditori di Comun che si occuparono dell’edificazione del suddetto manufatto. « I Provveditori di Comun furono istituiti in numero di tre nel 1256 ed ebbero, fin dall’inizio, ingresso nel Maggior Consiglio e nel Senato, con diritto di voto in quell’ultimo dal 1311. […] Essi avevano inoltre cura delle strade pubbliche, dei ponti, delle fondamenta, dei canali piccoli […]» (Pazzi, 2000). I casati dei tre scudi non sono riconoscibili poiché manca l’originale policromia che distingueva le diverse famiglie. E’ noto che alla fine del XVII secolo tale ponte era una struttura lapidea priva di bande. Fu restaurato nel 1773 e ricostruito nel 1857. Il ponte unisce le due rive del rio di Sant’Anna che scorre in gran parte sotto via Garibaldi (questa strada nel 1807 venne intitolata via Eugenia per omaggiare il viceré d’Italia Eugenio Beauharnais). La denominazione del ponte deriva dalla chiesa di Sant’Anna una volta edificata nelle vicinanze. Il ponte fu oggetto di restauro da parete del Comune di Venezia nel 1991 (si veda a ricordo di tale intervento la targa lapidea sul medesimo fronte del ponte che riporta la seguente iscrizione “COMUNE DI VENEZIA / RESTAURATO / ANNO 1991”. Verso il 1450, come scrive Sansovino, a Venezia c'erano circa 450 ponti in pietra. Erano con il piano di calpestio piano o minimamente convesso o con alcuni gradini profondi e obliqui per poter riuscire a percorrerli con facilità con carri e bestie. I primi ponti costruiti con pietra dei quali si ha notizia risalgono solamente al 1170: è in questo periodo che lo sviluppo urbanistico impose l'esigenza di creare dei collegamenti viari secondari via terra 
araldica 
44 A 1 
tre stemmi familiari scolpiti a rilievo in chiave di volta di ponte 
Venezia (VE) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
araldica 
pietra d'Istria 
bibliografia di corredo: Rizzi A - 1987 
bibliografia di corredo: Dorigo W - 2003 
bibliografia di corredo: Pazzi P - 2000 
bibliografia di corredo: Rizzo T - 1983 
bibliografia di corredo: Zucchetta G - 1992 
bibliografia specifica: Rizzo T - 1983 
bibliografia di corredo: Morando di Custoza E - 1979 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here