San Gerolamo inginocchiato con la croce e il sasso (ciotola) - manifattura di Deruta (secondo quarto sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800229224 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

ciotola San Gerolamo inginocchiato con la croce e il sasso
San Gerolamo inginocchiato con la croce e il sasso (ciotola) - manifattura di Deruta (secondo quarto sec. XVI) 
San Gerolamo inginocchiato con la croce e il sasso (ciotola) - manifattura di Deruta (secondo quarto sec. XVI) 
ciotola 
Ciotola in maiolica a lustro. All'interno, in primo piano, S. Gerolamo inginocchiato con la croce nella mano sinistra e il sasso nella destra; accanto al Santo il leone e il cappello cardinalizio; in secondo piano, chiesetta e alberello a tralcio; la figura del Santo, la croce e il leone sono in rilievo; dipinto in azzurro e lustro dorato. L'esterno risulta smaltato bianco-avorio 
ca 1530-ca 1540 
0800229224 
ciotola 
00229224 
08 
0800229224 
La ciotola è di probabile provenienza dal mercato antiquario, in quanto acquistato, dietro finanziamento del Ministero dell'Istruzione Pubblica, presso il collezionista modenese Giuseppe Giusti dall'Accademia di Belle Arti di Modena integrata alla Galleria Palatina (oggi Estense). Attribuita negli inventari ottocenteschi a fabbrica di Gubbio e come tale pubblicata dal Venturi (1882), è stata più correttamente riferita a manifattura derutese (Liverani F. 1979) per strette affinità stilistiche e iconografiche con i pezzi documentati e per l'uso specifico della tecnica del lustro ad imitazione dei manufatti metallici. L'iconografia, desunta da un bulino di Enea Vico e qui ripresa con accenti più rustici e con l'uso del rilievo, trovò ampia diffusione in pezzi maiolicati e in placchette metalliche. Ai confronti già avanzati dal Liverani (cit.) si accostano, per strette analogie, esemplari nei musei di Pesaro (... 1979), di Cluny (Giacomotti 1974) e di Faenza (... 1982) 
San Gerolamo inginocchiato con la croce e il sasso 
Ciotola in maiolica a lustro. All'interno, in primo piano, S. Gerolamo inginocchiato con la croce nella mano sinistra e il sasso nella destra; accanto al Santo il leone e il cappello cardinalizio; in secondo piano, chiesetta e alberello a tralcio; la figura del Santo, la croce e il leone sono in rilievo; dipinto in azzurro e lustro dorato. L'esterno risulta smaltato bianco-avorio 
Modena (MO) 
proprietà Stato 
San Gerolamo inginocchiato con la croce e il sasso 
maiolica/ smaltura stannifera/ pittura/ lustratura 
bibliografia di confronto: Giacomotti J - 1974 
bibliografia specifica: AA. VV - 2000 
bibliografia specifica: Liverani F - 1979 
bibliografia specifica: Venturi A - 1882 
bibliografia di confronto: Maioliche Museo - 1979 
bibliografia specifica: Corradini E - 1987 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here