Dafne e Apollo (coppa - umbonata e baccellata ("crespina")) by Dalle Palle Giambattista (attribuito) - manifattura faentina (terzo quarto sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800229240 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

coppa, umbonata e baccellata ("crespina") Dafne e Apollo
Dafne e Apollo (coppa - umbonata e baccellata ("crespina")) di Dalle Palle Giambattista (attribuito) - manifattura faentina (terzo quarto sec. XVI) 
Dafne e Apollo (coppa - umbonata e baccellata ("crespina")) by Dalle Palle Giambattista (attribuito) - manifattura faentina (terzo quarto sec. XVI) 
coppa (umbonata e baccellata ("crespina")) 
Coppa umbonata e baccellata ("crespina") in maiolica policroma istoriata. All'interno, in primo piano, troviamo Apollo che rincorre Dafne ignuda e in atto di tramutarsi in albero; in alto, è raffigurato un amorino e sullo sfondo un paesaggio; dipinto in turchino, violetto, bruno, arancio, giallo e verde. All'esterno le baccellature sono sottolineate da un largo rigo turchino, giallo e arancio, e campite a trattini, segmenti e foglie stilizzate; la legenda nel piede è in bruno chiaro 
ca 1560-ca 1565 
0800229240 
coppa umbonata e baccellata ("crespina") 
00229240 
08 
0800229240 
La coppa baccellata (crespina), proveniente dalla Collezione estense di maioliche, ha avuto una fortuna critica assai scarsa, poichè è stata edita per la prima volta nel 1979 con l'attribuzione al maiolicaro faentino Giambattista Dalle Palle verso il 1550-1560 (Liverani F. 1979). I confronti addotti sono pienamente convincenti per le peculiarità stilistiche dell'interno e per le decorazioni dell'esterno e trovano un ulteriore supporto di un esemplare a Braunschweig (Lessman 1979) che reca analoghi stilemi e manierismi nella resa anatomica, nella fattura della corazza e nella pennellata vaporosa e trasparente. Quanto al tema raffigurato, ispirato dalle Metamorfosi di Ovidio (I, 548-567), si ipotizza una derivazione iconografica con varianti da un bulino del "maestro del Dado", operoso tra il 1532 e il 1550 (vedi un esemplare nel Gabinetto delle Stampe della Pinacoteca Nazionale di Bologna, inv. M193/1043) 
Dafne e Apollo 
Coppa umbonata e baccellata ("crespina") in maiolica policroma istoriata. All'interno, in primo piano, troviamo Apollo che rincorre Dafne ignuda e in atto di tramutarsi in albero; in alto, è raffigurato un amorino e sullo sfondo un paesaggio; dipinto in turchino, violetto, bruno, arancio, giallo e verde. All'esterno le baccellature sono sottolineate da un largo rigo turchino, giallo e arancio, e campite a trattini, segmenti e foglie stilizzate; la legenda nel piede è in bruno chiaro 
Modena (MO) 
proprietà Stato 
Dafne e Apollo 
maiolica/ smaltura stannifera/ pittura 
bibliografia specifica: AA.VV - 2012 
bibliografia specifica: AA. VV - 2000 
bibliografia specifica: Liverani F - 1979 
bibliografia di confronto: Lessmann J - 1979 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here