gloria di San Nicola da Tolentino (dipinto) by Loschi Bernardino (inizio sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800233867 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto gloria di San Nicola da Tolentino
gloria di San Nicola da Tolentino (dipinto) by Loschi Bernardino (inizio sec. XVI) 
gloria di San Nicola da Tolentino (dipinto) di Loschi Bernardino (inizio sec. XVI) 
dipinto 
Presenta struttura architettonica mediante la riquadratura di una ancona dorata, rilevata negli ornati a graffito. Negli oculi superiori sono l'Angelo Annunciante e l'Annunciata in vesti rosse e verdi. Al centro, su fondo azzurro sfumato si staglia la figura di S. Nicola da Tolentino in tunica grigio scuro con crocifisso e libro, sole raggiato dorato sul petto, eretto in piedi sul globo. E' coronato da Dio Padre, dalla Vergine e da S. Agostino, vestiti di abiti rossi, verdi, dorati, inseriti in tre mandorle dorate. Due angioletti dalle tuniche rosse reggono la figura del Santo. In basso, su pavimento a gradoni rossi e bianchi, i Confratelli e le Consorelle di S. Nicola inginocchiati in preghiera: le donne hanno vesti e veli neri su pezzuole bianche al collo, gli uomini tuniche di sacco che coprono anche il volto di color grigio scuro. Sul fondo paesaggio con colline e alberelli di un verde spento. La cornice è moderna, di legno verniciato in opaco a gola tondeggiante, nello stile del Seicento 
1500-1510 
0800233867 
dipinto 
00233867 
08 
0800233867 
La tavoletta è ricordata nella collezione Foresti da Spinelli (1902) come bozzetto dell'affresco già in S. Nicola, ora nel Museo, con l'esatta attribuzione al Loschi. Così pure in Bollettino Arte (1914), Museo Carpi (1914), Foresti (1912), Nannini (1953). Non è da ritenere un bozzetto, ma esecuzione finita, forse per destinazione devozionale privata o insegna da processione. L'analisi stilistica è interpretata da Garuti (in Mostra Restauri 1978) con riferimenti all'arcaismo del Loschi verso schemi lombardi, tipicamente ancorati a ricerche spaziali e cromatiche quattrocentesche, come dimostra l'abbondante presenza delle dorature. Riferimento storico della scena è alla Confraternita di S. Nicola da Tolentino fondata nel 1495. La composizione riprende il grande affresco che serviva da pala d'altare in questa chiesa poi staccato ed ora al Museo e che riprende un'iconografia tradizionale del santo usata anche da Raffaello nella pala giovanile di Città di Castello. Il restauro del 1976 ha consolidato il colore, pulito il dipinto dalle vernici ingiallite, ripreso a tratteggio le cadute di colore 
gloria di San Nicola da Tolentino 
Presenta struttura architettonica mediante la riquadratura di una ancona dorata, rilevata negli ornati a graffito. Negli oculi superiori sono l'Angelo Annunciante e l'Annunciata in vesti rosse e verdi. Al centro, su fondo azzurro sfumato si staglia la figura di S. Nicola da Tolentino in tunica grigio scuro con crocifisso e libro, sole raggiato dorato sul petto, eretto in piedi sul globo. E' coronato da Dio Padre, dalla Vergine e da S. Agostino, vestiti di abiti rossi, verdi, dorati, inseriti in tre mandorle dorate. Due angioletti dalle tuniche rosse reggono la figura del Santo. In basso, su pavimento a gradoni rossi e bianchi, i Confratelli e le Consorelle di S. Nicola inginocchiati in preghiera: le donne hanno vesti e veli neri su pezzuole bianche al collo, gli uomini tuniche di sacco che coprono anche il volto di color grigio scuro. Sul fondo paesaggio con colline e alberelli di un verde spento. La cornice è moderna, di legno verniciato in opaco a gola tondeggiante, nello stile del Seicento 
Carpi (MO) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
gloria di San Nicola da Tolentino 
tavola 
bibliografia specifica: Nannini M. C - 1953 
bibliografia specifica: Spinelli A. G - 1902 
bibliografia specifica: Bollettino Arte - 1914 
bibliografia specifica: Foresti P - 1912 
bibliografia specifica: Mostra restauri - 1978 
bibliografia specifica: Museo Carpi - 1914 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here