Annunciazione (dipinto) by Scarsella Ippolito detto Scarsellino (fine sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800233905 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto Annunciazione
Annunciazione (dipinto) by Scarsella Ippolito detto Scarsellino (fine sec. XVI) 
Annunciazione (dipinto) di Scarsella Ippolito detto Scarsellino (fine sec. XVI) 
dipinto 
Tela centinata. Interno di stanza a monocromo bruno, arredata poveramente. In primo piano una sedia impagliata con drappo bianco trasparente; nel fondo letto a baldacchino a tendaggi verdi. La Vergine è seduta, ha tunica rosa-violetto, velo bianco sul capo, manto azzurro verdastro. A sinistra, da una finestra, entra in volo l'Arcangelo Gabriele; ha veste gialla e bianca, le grandi ali verdi screziate. Nella parte alta gloria di nubi e luce che promana la colomba dello Spirito Santo, su toni gialli, fondo rosato; le nubi sono grigie. Al centro è Dio Padre, in veste viola e manto rosso scuro, circondato da angioletti e Cherubini. La cornice è moderna, novecentesca, in legno dipinto a finti ovoli dorati su fondo nero 
1590-1599 
0800233905 
dipinto 
00233905 
08 
0800233905 
Il dipinto si trovava in origine sull'altare maggiore della chiesa di Santa Chiara. Nella prima metà dell'Ottocento venne sostituito da un quadro di L. Asioli e venduto a don Giovanni Franciosi per la sua quadreria. Passato nella collezione di Pietro Foresti nel 1897, è entrato nel Museo nel 1913. Citato nelle vecchie guide e descrizioni come opera del Mastelletta (Barbieri; Tornini; Barbieri/ Mantovani; Saltini), è stato successivamente riconosciuto allo Scarsellino (Spinelli 1902; Museo Carpi 1914; Bollettino Arte 1914). Novelli riferiva il dipinto al primo decennio del XVII secolo (Novelli 1953; Novelli 1964). Per il carattere spiccatamente veneto, veronesiano e tintorettesco (cfr. l'Annunciazione in S. Rocco a Venezia) e per l'accesa colorazione manieristica, può essere datato alla fine del XVI secolo (Garuti in Mostra restauri 1978; Garuti 1982). Il restauro del 1976 è consistito nella foderatura della tela, nella sostituzione del telaio, nella pulitura della pellicola pittorica e nel ritocco pittorico delle poche lacune 
Annunciazione 
Tela centinata. Interno di stanza a monocromo bruno, arredata poveramente. In primo piano una sedia impagliata con drappo bianco trasparente; nel fondo letto a baldacchino a tendaggi verdi. La Vergine è seduta, ha tunica rosa-violetto, velo bianco sul capo, manto azzurro verdastro. A sinistra, da una finestra, entra in volo l'Arcangelo Gabriele; ha veste gialla e bianca, le grandi ali verdi screziate. Nella parte alta gloria di nubi e luce che promana la colomba dello Spirito Santo, su toni gialli, fondo rosato; le nubi sono grigie. Al centro è Dio Padre, in veste viola e manto rosso scuro, circondato da angioletti e Cherubini. La cornice è moderna, novecentesca, in legno dipinto a finti ovoli dorati su fondo nero 
Carpi (MO) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
Annunciazione 
tela/ pittura a olio 
bibliografia specifica: Spinelli A. G - 1902 
bibliografia specifica: Bollettino Arte - 1914 
bibliografia specifica: Garuti A - 1982 
bibliografia specifica: Mostra restauri - 1978 
bibliografia specifica: Museo Carpi - 1914 
bibliografia specifica: Novelli M. A - 1955 
bibliografia specifica: Novelli M. A - 1964 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here