galletto che becca (soffitto dipinto, elemento d'insieme) - ambito carpigiano (fine sec. XV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800234275 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

soffitto dipinto, elemento d'insieme galletto che becca
galletto che becca (soffitto dipinto, elemento d'insieme) - ambito carpigiano (fine sec. XV) 
galletto che becca (soffitto dipinto, elemento d'insieme) - ambito carpigiano (fine sec. XV) 
soffitto dipinto (elemento d'insieme) 
Galletto dal piumaggio nocciola e con la cresta rossa intento a beccare. Sfondo di paesaggio 
1490-1499 
0800234275 
soffitto dipinto 
00234275 
08 
0800234275 
La tavola di pioppo, insieme ad altre dodici conservate nel Museo, faceva parte di uno dei soffitti del Palazzo della Pieve, poi sede del Monte di Pietà e ancora più tardi dell'OMNI, la futura Pretura. Il soffitto, smontato nel 1952, presentava, ripetuto due volte, lo stemma Pio sormontato dal cappello cardinalizio. Questo consente di riferire il soffitto alla committenza degli arcipreti Tommaso e Galeotto Pio, che governarono la chiesa di Carpi alla fine del XV secolo, ed in particolare a Galeotto, successore di Tommaso (committente del rifacimento del Palazzo compiuto tra il 1447 e il 1456; cfr. Guaitoli 1877) e attivo fino agli inizi del XVI secolo. Questa datazione trova conferma nell'esame stilistico del dipinto, schiettamente rinascimentale anche se con qualche arcaismo quattrocentesco. A differenza delle nove tavole con stemmi araldici (scheda OA, nn. catalogo generale 08/00234263 - 08/00234271), questa in esame presenta un soggetto animale, trattato con grande senso decorativo. I contorni sono nitidi e lo stile attardato su modi quattrocenteschi 
galletto che becca 
Galletto dal piumaggio nocciola e con la cresta rossa intento a beccare. Sfondo di paesaggio 
Carpi (MO) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
galletto che becca 
tavola/ pittura a tempera 
bibliografia di confronto: Guaitoli P - 1877 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here