figura maschile nuda (gemma) - bottega Italia settentrionale (secc. XVI/ XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800285383 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

gemma figura maschile nuda
figura maschile nuda (gemma) - bottega Italia settentrionale (secc. XVI/ XVII) 
figura maschile nuda (gemma) - bottega Italia settentrionale (secc. XVI/ XVII) 
gemma 
Amorino alato che incede verso s. Linea di base. REVISIONE: Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 2. Figura maschile nuda, incedente di profilo verso s.; dall'estremità di entrambe le braccia partono due segmenti - quello dal braccio d. verso l'alto, quello dal braccio s. verso il basso-, di incerta interpretazione; un altro segmento obliquo è forse davanti alle gambe della figura. Linea di base 
ca 1500-ca 1699 
0800285383 
gemma 
00285383 
08 
0800285383 
Per il soggetto cfr. i nn. 55 (08/00285305), 57 (08/00285307), 62 (08/00285312), 67 (08/00285317) (?), 70 (08/00285320) (Amorini che lottano), 71 (08/00285321), 72 (08/00285322) (Amorino con maschera), 73 (08/00285323), 74 (08/00285324), 79 (08/00285329), 111 (08/00285361), 122 (08/00285372), 125 (08/00285375). REVISIONE: L'esemplare in questione trova confronto in una serie di gemme conservate al Museo Civico Archeologico di Bologna, caratterizzate dall'uso del granato, dalle dimensioni molto ridotte, dalla forte convessità della superficie intagliata e dalla resa molto schematica e sommaria delle raffigurazioni (solitamente figure umane), per le quali non è in genere possibile proporre interpretazioni più precise (Mandrioli Bizzarri 1987, p. 85, pp. 112-116, nn. 210-212, 214, 216, 218-222, 225-226). Queste gemme sono state attribuite alla tarda età romana (III-IV sec. d.C.). Tuttavia, trattandosi di una produzione che non trova altri confronti nell'ambito della glittica antica e considerando le caratteristiche generali delle gemme (forma della pietra, tipo di intaglio, iconografia) e la loro particolare concentrazione nelle raccolte del Museo Civico Archeologico di Bologna e della Galleria Estense di Modena, si propone una datazione all'età moderna (XVI-XVII secolo ca.) ed una fabbricazione legata all'ambito regionale o locale. L'esemplare in questione può trovare in particolare cfr. in Mandrioli Bizzarri 1987, p. 114, n. 218 
figura maschile nuda 
Amorino alato che incede verso s. Linea di base. REVISIONE: Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 2. Figura maschile nuda, incedente di profilo verso s.; dall'estremità di entrambe le braccia partono due segmenti - quello dal braccio d. verso l'alto, quello dal braccio s. verso il basso-, di incerta interpretazione; un altro segmento obliquo è forse davanti alle gambe della figura. Linea di base 
Modena (MO) 
proprietà Stato 
figura maschile nuda 
granato/ cabochon/ intaglio 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here