Vittoria fluttuante e cornucopia (gemma) - produzione romana (secc. II)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800285501 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

gemma Vittoria fluttuante e cornucopia
Vittoria fluttuante e cornucopia (gemma) - produzione romana (secc. II) 
Vittoria fluttuante e cornucopia (gemma) - produzione romana (secc. II) 
gemma 
Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 8. Vittoria alata, fluttuante di tre quarti verso s., vestita di lungo chitone pieghettato, cinto sotto il seno, con apoptygma; il bordo inferiore del chitone, dal quale spuntano i piedi con le punte rivolte in giù, appare rigonfio sul retro, per effetto del movimento; i capelli sono raccolti in una crocchia sulla sommità del capo; al braccio d. è appoggiato un ramo di palma; nella mano s., protesa, tiene una corona con bende; sulla s., davanti ai suoi piedi, una cornucopia 
(?) 100-(?) 299 
0800285501 
gemma 
00285501 
08 
0800285501 
Il tipo iconografico di Vittoria rappresentata stante o, soprattutto, incidente o fluttuante, con corona e ramo di palma nelle mani, appare ben documentato nella glittica romana, con particolare riferimento all'epoca imperiale. Secondo Sena Chiesa 1966, p. 253:"Il motivo esprimeva in età imperiale il concetto di Victoria Augusti. Per i privati la figura della Vittoria rappresentava un altro di quei soggetti di buon augurio, divenuti poi comuni motivi di repertorio figurativo, che compaiono in gran numero di gemme, in particolare dal I sec. d. Cr. in avanti". Per quanto riguarda in generale il motivo della Vittoria fluttuante con corona e ramo di palma, cfr. Sena Chiesa 1966, pp. 252-257, tavv. XXXIII-XXXIV, nn. 655-671; AG Wien I/3, Muenchen, tav. 191, n. 2202; tavv. 244-245, nn. 2634-2637; AGDS IV, Hannover, tav. 116, nn. 896-897; tav. 119, n. 914; tav. 201, nn. 1497-1501; AG Wien II, tavv. 150-151, nn. 1517-1525; Mandrioli Bizzarri 1987, p. 105, nn. 186-187; AG Wien III, p. 249, n. 2540/26; pp. 313-314, nn. 2815-2819; Dembski 2005, pp. 88-90, tavv. 35-37, nn. 358-383. Per quanto riguarda in particolare la compresenza della cornucopia ai piedi o davanti alla dea, cfr. Sena Chiesa 1966, p. 257, tav. XXXIV, n. 675 (diaspro rosso); Dembski 2005, p. 89, tav. 37, n. 378 (corniola, II sec. d.C.). Si veda infine anche Sena Chiesa 1966, p. 256, tav. XXXIV, n. 674 (diaspro), con prora di nava in luogo della cornucopia 
Vittoria fluttuante e cornucopia 
Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 8. Vittoria alata, fluttuante di tre quarti verso s., vestita di lungo chitone pieghettato, cinto sotto il seno, con apoptygma; il bordo inferiore del chitone, dal quale spuntano i piedi con le punte rivolte in giù, appare rigonfio sul retro, per effetto del movimento; i capelli sono raccolti in una crocchia sulla sommità del capo; al braccio d. è appoggiato un ramo di palma; nella mano s., protesa, tiene una corona con bende; sulla s., davanti ai suoi piedi, una cornucopia 
Modena (MO) 
proprietà Stato 
Vittoria fluttuante e cornucopia 
diaspro rosso/ intaglio 
bibliografia specifica: Scalini M./ Giordani N - 2010 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here