Mercurio (gemma) - produzione romana (secc. III/ IV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800285628 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

gemma Mercurio
Mercurio (gemma) - produzione romana (secc. III/ IV) 
Mercurio (gemma) - produzione romana (secc. III/ IV) 
gemma 
Calcedonio grigio-azzurro quasi incolore. Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 2. Mercurio (?) stante di tre quarti verso d., con la testa di profilo a d., nudo; la gamba d. è flessa, l'anca s. spostata in fuori, con la parte superiore del corpo piegata all'indietro; nella mano s. alzata tiene la borsa (marsupium) stilizzata (?); al braccio d., flesso al gomito e ripiegato verso l'alto, è appoggiato un caduceo molto stilizzato (?); dall'incavo del braccio d. ricade la clamide; davanti alla gamba sinistra è forse un animale, anch'esso estremamente stilizzato (gallo? capra?) (?) 
(?) 200-(?) 399 
0800285628 
gemma 
00285628 
08 
0800285628 
Nonostante l'estrema schematicità e stilizzazione dell'intaglio, che non consente una lettura sicura del soggetto iconografico, è ipotizzabile che il personaggio raffigurato sia da identificare come Hermes-Mercurio, come suggerisce l'impostazione generale della figura. Per quanto riguarda la diffusione nella glittica romana dell'iconografia tradizionale di Hermes-Mercurio stante con il caduceo ed il marsupium (borsa), cfr. Sena Chiesa 1966, pp. 137-143, tavv. IX-X, nn. 165-192; AG Wien II, tav. 119, n. 1296 (corniola, III sec. d.C.), n. 1297 (corniola, II sec. d.C.), n. 1298 (niccolo, II sec. d.C.), n. 1299 (sardonice, II/III sec. d.C.), n. 1300 (sardonice, III sec. d.C.), n. 1301 (III sec. d.C.); AGDS I/3, Muenchen, tav. 230, n. 2513 (corniola, II sec. d.C.), n. 2514 (corniola, III sec. d.C.), n. 2515 (diaspro rosso, III sec. d.C.), n. 2516 (corniola, III sec. d.C.), n. 2517 (corniola, inizio III sec. d.C.); tav. 301, n. 3094 (p. vitrea); AGDS III, Goettingen, tav. 44, n. 182 (diaspro nero, tardo II sec. d.C.), n. 183 (ametista, inizi III sec. d.C.), n. 184 (p. vitrea, inizi III sec. d.C.), n. 185 (p. vitrea, inizi I sec. d.C.); AGDS III, Kassel, tavv. 92-93, nn. 60-62 (niccolo, I sec. d.C.), n. 63 (corniola, III sec. d.C.), n. 64 (diaspro giallo, III sec. d.C.); AGDS IV, Hannover, tavv. 193-194, n. 1429 (calcedonio, II sec. d.C.), n. 1430 (corniola, III sec. d.C.), n. 1431 (corniola, II sec. d.C.), n. 1432 (corniola, II/III sec. d.C.), n. 1435 (d. rosso, III sec. d.C.), n. 1436 (prasio, II/III sec. d.C.), n. 1437 (corniola, II/III sec. d.C.), n. 1438 (niccolo, II sec. d.C.); AGDS IV, Hamburg, tav. 261, n. 57 (sardonice, III sec. d.C.); Maaskant-Kleibrink 1978, n. 239 (Republican Extinguishing Pellet-Style); n. 466 (Imperial Classicising Style); nn. 499-500 (Imperial Classicising Style); nn. 586-587 (Imperial Classicising Style); n. 649 (Imperial Classicising Stripy Style); n. 667 (Imperial Small Grooves Style); n. 701 (Imperial Small Grooves Style); n. 742 (Imperial Small Grooves Style); n. 781 (Imperial Small Grooves Style); nn. 822-823 (Imperial Round Head Style); nn. 850-851 (Imperial Chin-Mouth-Nose Style); n. 1010 (Imperial Incoherent Grooves Style); nn. 1031-1032 (Imperial Incoherent Grooves Style); D'Agostini 1984, p. 28, n. 24 (eliotropio, attribuita III sec. d.C., ma più plausibilmente moderna); p. 50, n. 86 (corallo, moderna); Mandrioli Bizzarri 1987, pp. 91-92, n. 147 (corniola bruciata, II-III sec. d.C.), n. 148 (diaspro grigio-verde, III sec. d.C.); AG Wien III, tav. 179, n. 2540/27 (corniola, II sec. d.C.); tav. 190, nn. 2569-2570 (niccolo, XVI-XVII sec. d.C.); tav. 224, n. 2774 (corniola, I/II sec. d.C.), n. 2775 (diaspro rosso, seconda metà II-prima metà III sec. d.C.), n. 2776 (seconda metà II-prima metà III sec. d.C.), n. 2777 (sarda, III sec. d.C.); Dembski 2005, pp. 70-72, tavv. 18-19, n. 173 (diaspro rosso, I/II sec. d.C.), nn. 174-177 (corniola, II sec. d.C.), n. 178 (corniola, II/III sec. d.C.), n. 179 (diaspro rosso, III sec. d.C.), n. 180 (corniola, III sec. d.C.), n. 181 (sardonice, III sec. d.C.), nn. 182-185 (corniola, III sec. d.C.), n. 186 (diaspro rosso, III sec. d.C.), nn. 187-188 (corniola, II/III sec. d.C.), nn. 189-190 (diaspro rosso, III sec. d.C.), nn. 191-192 (corniola, III sec. d.C.), n. 193 (crisoprasio, III sec. d.C.), n. 194 (onice, I/II sec. d.C.), n. 195 (corniola, III sec. d.C.), n. 196 (diaspro rosso, II/III sec. d.C.), n. 197 (corniola, II sec. d.C.) 
Mercurio 
Calcedonio grigio-azzurro quasi incolore. Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 2. Mercurio (?) stante di tre quarti verso d., con la testa di profilo a d., nudo; la gamba d. è flessa, l'anca s. spostata in fuori, con la parte superiore del corpo piegata all'indietro; nella mano s. alzata tiene la borsa (marsupium) stilizzata (?); al braccio d., flesso al gomito e ripiegato verso l'alto, è appoggiato un caduceo molto stilizzato (?); dall'incavo del braccio d. ricade la clamide; davanti alla gamba sinistra è forse un animale, anch'esso estremamente stilizzato (gallo? capra?) (?) 
Modena (MO) 
proprietà Stato 
Mercurio 
calcedonio/ intaglio 
bibliografia specifica: Scalini M./ Giordani N - 2010 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here