Giove seduto con fulmine e aquila ai piedi (gemma) - produzione romana (fine/ fine secc. II/ III)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800285635 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

gemma Giove seduto con fulmine e aquila ai piedi
Giove seduto con fulmine e aquila ai piedi (gemma) - produzione romana (fine/ fine secc. II/ III) 
Giove seduto con fulmine e aquila ai piedi (gemma) - produzione romana (fine/ fine secc. II/ III) 
gemma 
Calcedonio grigio chiaro. Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 6c. Giove barbato seduto di tre quarti verso d., con la testa di profilo a d., su un trono senza schienale e con le gambe posteriori modanate; con tenia nei capelli e vestito di solo himation che scende dalla spalla d. ed avvolge le gambe, incrociate; con il braccio d. piegato verso l'alto si appoggia ad un corto scettro posato sul piano del sedile; nella mano s. tiene un fulmine; sulla d., ai suoi piedi, un'aquila di tre quarti verso d., con la testa retrospiciente. Linea di base 
ca 190-ca 299 
0800285635 
gemma 
00285635 
08 
0800285635 
Il motivo di Zeus-Giove seduto con fulmine è dal punto di vista iconografico e tecnico-stilistico (soprattutto per la comune preferenza per i calcedoni chiari) strettamente collegato con il tipo di Zeus-Giove seduto con patera, rispetto al quale appare però decisamente meno diffuso. Per una panoramica delle attestazioni, cfr. Sena Chiesa 1966, tav. 1, n. 8 (corniola, II sec. d.C.); AGDS III, Goettingen, tav. 49, n. 243 (calcedonio, III sec. d.C.); AGDS III, Kassel, tav. 94, n. 72 (calcedonio azzurrino, III sec. d.C.); AGDS IV, Hannover, tav. 187, n. 1362 (calcedonio chiaro leggermente azzurrino, II/III sec. d.C.), n. 1363 (diaspro rosso, II sec. d.C.), n. 1364 (calcedonio incolore-grigio, II/III sec. d.C.); Maaskant-Kleibrink 1978, p. 278, n. 770 (calcedonio bianco non translucido, Imperial Small Grooves Style, fine I-II sec. d.C.); AG Wien II, tav. 108, n. 1230 (sardonice, III sec. d.C.), n. 1231 (niccolo, II/III sec. d.C.); Mandrioli Bizzarri 1987, p. 96, n. 162 (calcedonio bianco-latte, fine II-III sec. d.C.); Dembski 2005, p. 54, tav. 2, n. 9 (quarzo, II sec. d.C.), n. 10 (crisoprasio, II sec. d.C.), n. 11 (calcedonio bianco, II sec. d.C.), n. 11a (p. vitrea blu-nerastra, II sec. d.C.) 
Giove seduto con fulmine e aquila ai piedi 
Calcedonio grigio chiaro. Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 6c. Giove barbato seduto di tre quarti verso d., con la testa di profilo a d., su un trono senza schienale e con le gambe posteriori modanate; con tenia nei capelli e vestito di solo himation che scende dalla spalla d. ed avvolge le gambe, incrociate; con il braccio d. piegato verso l'alto si appoggia ad un corto scettro posato sul piano del sedile; nella mano s. tiene un fulmine; sulla d., ai suoi piedi, un'aquila di tre quarti verso d., con la testa retrospiciente. Linea di base 
Modena (MO) 
proprietà Stato 
Giove seduto con fulmine e aquila ai piedi 
calcedonio/ intaglio 
bibliografia specifica: Scalini M./ Giordani N - 2010 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here