Scorpione (gemma) - produzione romana (secc. II/ III)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800286201 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

gemma Scorpione
Scorpione (gemma) - produzione romana (secc. II/ III) 
Scorpione (gemma) - produzione romana (secc. II/ III) 
gemma 
Agata a strati bianco e arancione. Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 6. Scorpione visto dall'alto con otto zampe 
ca 100-ca 299 
0800286201 
gemma 
00286201 
08 
0800286201 
Lo scorpione rappresenta un motivo molto popolare. Esso è raffigurato generalmente da solo o accompagnato da una stella, posta tra le chele, al di sopra dell'animale, in questo caso inequivocabilmente il soggetto è da interpretare come segno zodiacale (cfr. Sylloge 2003, p. 385, nn. 353-354), ma anche negli altri casi è più che probabile che valga tale interpretazione. La stella è probabilmente da intendersi come stella solare, ovvero come la costellazione "Sole in Scorpione", con riferimento all'oroscopo del portatore dell'anello. Per quanto riguarda la diffusione del motivo nella glittica di età romana, cfr. Sena Chiesa 1966, p. 397, tav. LXX, n. 1379 (niccolo); p. 397, tav. LXX, n. 1380 (diaspro giallo); p. 397, tav. LXX, n. 1381 (agata); p. 397, tav. LXX, n. 1382 (diaspro giallo); p. 397, tav. LXX, n. 1383 (diaspro nero); p. 397, tav. LXX, n. 1384 (diaspro giallo); AG Wien III, p. 179, n. 2256 (diaspro giallo, II sec. d.C., con stella tra le chele); pp. 113-114, n. 1994 (diaspro giallo, II sec. d.C.); p. 114, n. 1995 (diaspro giallo, II sec. d.C.); p. 114, n. 1996 (corniola, II sec. d.C.); p. 114, n. 1997 (lapislazzuli, II-III sec. d.C.); p. 114, n. 1998 (calcedonio-agata, III sec. d.C.); p. 114, n. 1999 (calcedonio, III sec. d.C.); Dembski 2005, p. 137, tav. 87, n. 848 (diaspro giallo, II-III sec. d.C.); p. 137, tav. 87, n. 849 (onice, II-III sec. d.C.); p. 137, tav. 87, n. 850 (onice, II-III sec. d.C.); p. 137, tav. 87, n. 851 (diaspro giallo, III sec. d.C.); p. 137, tav. 87, n. 852 (sardonice, III sec. d.C.); Maaskant-Kleibrink 1978, nn. 692, 1026, 1071; Mandrioli-Bizzarri 1987, p. 135, n. 270 (diaspro giallo, III d.C.). Il soggetto compare anche nella glittica di età moderna, cfr. AG Wien III, p. 281, n. 2646 (plasma, XVII secolo); p. 281, n. 2647 (corniola, XVII secolo); p. 281, n. 2648 (calcedonio-agata, XVII secolo?); p. 285, n. 2686 (corniola, XVII secolo) 
Scorpione 
Agata a strati bianco e arancione. Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 6. Scorpione visto dall'alto con otto zampe 
Modena (MO) 
proprietà Stato 
Scorpione 
agata/ intaglio 
bibliografia specifica: Scalini M./ Giordani N - 2010 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here