turibolo by Sanini Gaetano (seconda metà sec. XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800367071 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

turibolo by Sanini Gaetano (seconda metà sec. XVIII) 
turibolo di Sanini Gaetano (seconda metà sec. XVIII) 
ca 1750-ca 1799 
Il piede con orlo piatto presenta una decorazione scandita da volute affrontate racchiudenti motivi fitomorfi; la coppa, percorsa da cartouches definite da volute fogliari e recanti specchiature quadrilobe, è conclusa da un alto orlo ornato da fiori a corolla e volute su fondo rigato; su di essa sono applicati cherubi quasi a tuttotondo realizzati a fusione e fungenti da elementi di innesto delle catene di sospensione. Il coperchio, sagomato e lavorato a traforo, presenta ornati a foglie con fiori a corolla entro campi segnati da salienti a nastro, arricchiti inferiormente da foglie d'acanto. Carnose foglie d'acanto e volute affrontate tornano nel piattello di raccordo delle catene 
turibolo 
00367071 
08 
0800367071 
La foggia mossa e il repertorio ornamentale di gusto barocchetto assegnano il turibolo ad un artigianato del secondo Settecento di ambito presumibilmente locale. Forti analogie formali e decorative con il turibolo in argento datato 1772 di cui alla scheda n. 08/00157039 rendono plausibile l'ipotesi che il pezzo in esame, matericamente meno prezioso e di lavorazione più corsiva, sia stato eseguito ad imitazione di quello. Non pertinente risulta il piattello di raccordo delle catene realizzato in argento e ascrivibile, in base alla punzonatura, a Gaetano Sanini, orafo parmense tra i più qualificati ed attivi nella Parma della prima metà dell'Ottocento. Cospicuo è il numero di oggetti opera del Sanini conservati presso chiese o privati (Cattani, in Uso santificare, 1991; Mordacci, 1997), oggetti tutti di elevata qualità esecutiva e caratterizzati da uno stile decisamente riconoscibile per il rigore delle forme e l'adozione di un repertorio ornamentale classicheggiante articolato con nitore ed equilibrio, che talora si apre ad un gusto più eclettico senza mai rinunciare tuttavia alla consueta sobrietà 
Il piede con orlo piatto presenta una decorazione scandita da volute affrontate racchiudenti motivi fitomorfi; la coppa, percorsa da cartouches definite da volute fogliari e recanti specchiature quadrilobe, è conclusa da un alto orlo ornato da fiori a corolla e volute su fondo rigato; su di essa sono applicati cherubi quasi a tuttotondo realizzati a fusione e fungenti da elementi di innesto delle catene di sospensione. Il coperchio, sagomato e lavorato a traforo, presenta ornati a foglie con fiori a corolla entro campi segnati da salienti a nastro, arricchiti inferiormente da foglie d'acanto. Carnose foglie d'acanto e volute affrontate tornano nel piattello di raccordo delle catene 
turibolo 
Borgo Val di Taro (PR) 
0800367071 
turibolo 
proprietà Ente religioso cattolico 
rame/ argentatura/ sbalzo/ cesellatura 
argento/ traforo/ sbalzo/ stampaggio/ doratura/ cesellatura 
bibliografia specifica: Mordacci A - 1997 
bibliografia specifica: Cattani R./ Colla S - 2000 
bibliografia specifica: Uso santificare - 1991 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here