Angelo annunciante, angelo annunciante (disegno) - ambito emiliano (ultimo quarto sec. XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800437319 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

disegno angelo annunciante
Angelo annunciante, angelo annunciante (disegno) - ambito emiliano (ultimo quarto sec. XVII) 
Angelo annunciante, angelo annunciante (disegno) - ambito emiliano (ultimo quarto sec. XVII) 
Angelo annunciante, angelo annunciante (disegno) 
Angelo annunciante di tre quarti, inginocchiato, con nella mano sinistra un giglio e il braccio destro sollevato verso l'alto 
(?) 1675-(?) 1699 
0800437319 
disegno 
00437319 
08 
0800437319 
Documentazione archivio ufficio catalogo (scheda non firmata ne data). "II disegno, già attribuito ad anonimo del XVIII secolo è forse da ricondurre alla produzione grafica di Francesco Stringa per le relazioni stilistiche e formali con alcuni fogli presenti in Galleria Estense (inv. nn. 893, 897, 1160). L'attività di Stringa come disegnatore è ancora in gran parte da ricostruire; eppure il suo interesse per il disegno dovette essere cospicuo, tanto più che il pittore, oltre agli incarichi di attivo consigliere e conservatore della galleria ducale, prese parte ai lavori della locale Accademia di pittura, almeno a partire dal 1661, e si dedicò all'illustrazione di pubblicazioni celebrative occasionate da feste e cerimonie di corte. Lo Stringa è la figura che, nella seconda metà del secolo, meglio riassume le propensioni della Modena estense, nella sua deferenza alle culture vicine ma anche nell'innegabile capacità di restituirne gli stimoli in una sintesi diversa. Egli si distingue per la forte componente naturalistica, ricavata dal Preti, attivo a Modena nel corso degli anni Cinquanta, e per le contrastate intelaiature luminose che rimandano a Flaminio Torri, ma si rivolge anche alla grande tradizione pittorica emiliana (i Carracci, Bononi, Guercino, Lanfranco) con uno spirito di appassionata e quasi romantica rivisitazione. Il foglio è probabilmente uno studio per una pala d'altare che non è stato possibile identificare". Il disegno è a matita nera e rossa. Sul 'recto' in basso a destra etichetta rettangolare '1061'. L'ipotesi proposta dall'autore della scheda che il foglio possa essere di mano di Francesco Stringa, credo possa essere accantonata, data la bassa qualità del foglio. Il disegno, come propone una anonima indicazione sulla cartellina, sembra avere tutti i caratteri di una copia da Annunciazione della fine del XVIII secolo 
angelo annunciante 
Angelo annunciante 
Angelo annunciante di tre quarti, inginocchiato, con nella mano sinistra un giglio e il braccio destro sollevato verso l'alto 
Modena (MO) 
proprietà Stato 
angelo annunciante, Angelo annunciante 
carta/ matita 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here