Testa di fanciullo che legge un libro ('recto'); studio di gambe ('verso'), testa di bambino (disegno) by Piazzetta Giovanni Battista (primo quarto sec. XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800437348 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

disegno testa di bambino
Testa di fanciullo che legge un libro ('recto'); studio di gambe ('verso'), testa di bambino (disegno) by Piazzetta Giovanni Battista (primo quarto sec. XVIII) 
Testa di fanciullo che legge un libro ('recto'); studio di gambe ('verso'), testa di bambino (disegno) di Piazzetta Giovanni Battista (primo quarto sec. XVIII) 
Testa di fanciullo che legge un libro ('recto'); studio di gambe ('verso'), testa di bambino (disegno) 
Testa di fanciullo rivolta in basso a destra in atto di sorreggere con la mano destra un libro che sta leggendo ('recto'); Studio di gambe virili ('verso') 
post 1700-ante 1724 
0800437348 
disegno 
00437348 
08 
0800437348 
Documentazione archivio ufficio catalogo (scheda non firmata ne data). "Il disegno è da ricollegare a quella tipica produzione del Piazzetta che viene convenzionalmente definita delle 'Teste di carattere': genere grafico, destinato soprattutto al collezionismo privato. Questo 'Busto di giovane con libro' è stilisticamente vicino ad un disegno di analogo soggetto conservato alle Gallerie dell'Accademia di Venezia e reso noto dalla Nepi Scirè in 'G. B. Piazzetta. Disegni', Venezia 1983, nn. 16-23. Il disegno dell'Estense sembra addirittura una variante rovesciata di quello di Venezia". Il disegno è a carboncino, tocchi di gessetto bianco su carta cerulea scolorita ('recto/'verso'). Come ricorda il Venturi, questo foglio (assieme alle altre tre teste presenti nella collezione) venne aggregato alla Galleria Estense nel 1855. Prima ancora faceca parte di un gruppo di disegni (597) comperati per l'Accademia di Belle Arti (1884 ca.). Elisabetta Saccomani ritiene che questo foglio sia quello che fra i fogli della collezione Estense, sia di sicura mano del Piazzetta. Tale ipotesi è avvalorata anche dallo stile grafico del 'verso', per "il modo di 'staccare dal fondo gli arti, attraverso macchie d'ombra forti e precise: si confrontino i vari 'Nudi' della collezione Alverà di Venezia [...], o quello di Ottawa National Gallery of Canada, Inv. n. 6025 (Disegni della Galleria Estense di Modena, 1989, p. 260). Sempre la studiosa (Disegni di una grande collezione [...], 1998, p. 198), ci ricorda che da questo foglio, come dalle altre 'Teste' piazzettesche della Galleria Estense, siano state tratte delle tavole incise da Franz Xavier Jungwirt di monaco nel 1753 circa (il foglio n. 1200 corrisponde alla tavola n. 17), in parte direttamente da disegni e dipinti del Piazzetta in parte dalle stampe del Pitteri e del Cattini (Chiari Moretto Wiel, 'Le "capricciose teste": un percorso attraverso le stampe del Settecento, in 'L'eredità di Piazzetta. Volti e figure nell'incisione del Settecento, cat. mostra a cura di M. A. Chiari Moretto Wiel, Venezia, 1996, pp. XIV-XXIV) 
testa di bambino 
Testa di fanciullo che legge un libro ('recto'); studio di gambe ('verso') 
Testa di fanciullo rivolta in basso a destra in atto di sorreggere con la mano destra un libro che sta leggendo ('recto'); Studio di gambe virili ('verso') 
Modena (MO) 
proprietà Stato 
testa di bambino, Testa di fanciullo che legge un libro ('recto'); studio di gambe ('verso') 
carta colorata/ carboncino/ gessetto 
bibliografia specifica: Adolfo Venturi - 1882 
bibliografia specifica: Rodolfo Pallucchini - 1938 
bibliografia specifica: Elisabetta Saccomani - 1989 
bibliografia specifica: Ferdinando Castellani Tarabini - 1854 
bibliografia specifica: Elisabetta Saccomani - 1998 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here