figura di soldato: fante (monumento ai caduti) by Graziosi Giuseppe (sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800577496 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

monumento ai caduti, Monumento ai caduti della prima e della seconda guerra mondiale
monumento ai caduti, Monumento ai caduti della prima e della seconda guerra mondiale figura di soldato: fante
figura di soldato: fante (monumento ai caduti) di Graziosi Giuseppe (sec. XX) 
figura di soldato: fante (monumento ai caduti) by Graziosi Giuseppe (sec. XX) 
figura di soldato: fante (monumento ai caduti) by Graziosi Giuseppe (sec. XX, sec. XX) 
figura di soldato: fante (monumento ai caduti) di Graziosi Giuseppe (sec. XX, sec. XX) 
Monumento ai caduti della prima e della seconda guerra mondiale (monumento ai caduti) 
Statua in bronzo fuso di soldato che si erge a fianco di un piccolo masso 
1922-1922 
1988-1988 
0800577496 
monumento ai caduti 
00577496 
08 
0800577496 
La statua che costituisce il monumento ai Caduti nella piazzetta antistante la caserma dei Carabinieri è opera dello scultore di Savignano sul Panaro Giuseppe Graziosi. In origine era collocata in cima ad un monumento inaugurato nel 1922 al centro di Piazza Garibaldi, composto di un basamento quadrangolare e di un plinto centrale con lapidi sui lati. Considerato nel secondo dopoguerra simbolo dei trascorsi valori militaristi, il monumento fu spostato, nel 1959, nel più defilato giardino delle scuole elementari. Eliminato in seguito il basamento, oggi resta soltanto la statua del soldato che si erge a fianco di un piccolo masso con iscrizione dedicatoria. L’uomo calpesta un giogo, a dimostrazione della riconquistata libertà, e rinfodera il pugnale solo a metà, pronto a lottare di nuovo in difesa di quella stessa libertà appena ottenuta. Nel 1988 è stata apposta l’iscrizione a ricordo dei caduti di tutte le guerre. Il monumento rimane una testimonianza dell’abilità scultorea del Graziosi, ma soprattutto risponde agli schemi estetici e alle finalità comunicative cui si attengono la maggior parte dei monumenti ai Caduti della Grande Guerra sorti nello stesso periodo. Giuseppe Graziosi, celebre al suo tempo, insegnò in numerose Accademie ed espose le sue opere a Bologna, Venezia, Roma, Parigi. La città di Modena gli ha dedicato la sua gipsoteca. Bibliografia: Cl. Balestra, F. Salda, "Bazzano o cara!", Modena 1991, p. 57. Sitografia: http://www.emiliaromagna.beniculturali.it/index.php?it/108/ricerca-itinerari/46/481 
figura di soldato: fante 
45B : 45D313(+21) 
Statua in bronzo fuso di soldato che si erge a fianco di un piccolo masso 
Bazzano (BO) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
figura di soldato: fante 
pietra 
bronzo/ fusione 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here