allegoria della Vittoria come donna vestita all'antica (monumento ai caduti - a lapide) - ambito modenese (sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0800602335 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

monumento ai caduti, a lapide, Monumento ai caduti della prima e della seconda guerra mondiale allegoria della Vittoria come donna vestita all'antica
allegoria della Vittoria come donna vestita all'antica (monumento ai caduti - a lapide) - ambito modenese (sec. XX) 
allegoria della Vittoria come donna vestita all'antica (monumento ai caduti - a lapide) - ambito modenese (sec. XX) 
Monumento ai caduti della prima e della seconda guerra mondiale (monumento ai caduti a lapide) 
Il monumento ai caduti di Soliera, collocato sotto al voltone di accesso alla città, si compone di una grande cimasa e della lapide vera e propria. La cimasa è costituita da un rilievo con il busto di una donna alata, con una sorta di elmetto all'antica con pennacchio stilizzato in testa e due grandi ali; la parte inferiore del busto scende fino ad interrompere la cornice marcapiano che separa la cimasa dalla lapide vera e propria. Questa, in marmo rosso di Verona, è divisa in due lastre e ospita i nomi dei caduti e l'iscrizione dedicatoria. Contorna il tutto una cornice in marmo grigio venato decorata con rami d'alloro e di quercia e, nella targa in basso, con foglie di palma attorno ad uno scudetto coronato con all'interno un sole splendente. Fra le due mensoline che reggono il tutto è stata collocata una cornice con le foto dei caduti della seconda guerra mondiale. Poco discosto, su una lapide in marmo bianco ornata unicamente da un elmetto con foglie d'alloro e di quercia e quattro borchie bronzee agli angoli, è stato riportato il discorso dettato dal generale Diaz al termine del conflitto 
ante 1921/11/04-1921/11/04 
0800602335 
monumento ai caduti a lapide 
00602335 
08 
0800602335 
La data di inaugurazione della lapide è inscritta nella lapide stessa, in basso: 4 novembre 1921. La giunonica Vittoria che sovrasta il monumento parrebbe raccontare un'altra storia, più recente e già legata alle soluzioni stilistiche che verranno adottate qualche anno più tardi, quando l'estetica fascista recupererà le immagini della classicità romana in forme talvolta esasperate e sempre prive della leggiadria che aveva caratterizzato le forme del Liberty 
allegoria della Vittoria come donna vestita all'antica 
45A3 : 54F2(+11) : 31D15 : 41D211 
Il monumento ai caduti di Soliera, collocato sotto al voltone di accesso alla città, si compone di una grande cimasa e della lapide vera e propria. La cimasa è costituita da un rilievo con il busto di una donna alata, con una sorta di elmetto all'antica con pennacchio stilizzato in testa e due grandi ali; la parte inferiore del busto scende fino ad interrompere la cornice marcapiano che separa la cimasa dalla lapide vera e propria. Questa, in marmo rosso di Verona, è divisa in due lastre e ospita i nomi dei caduti e l'iscrizione dedicatoria. Contorna il tutto una cornice in marmo grigio venato decorata con rami d'alloro e di quercia e, nella targa in basso, con foglie di palma attorno ad uno scudetto coronato con all'interno un sole splendente. Fra le due mensoline che reggono il tutto è stata collocata una cornice con le foto dei caduti della seconda guerra mondiale. Poco discosto, su una lapide in marmo bianco ornata unicamente da un elmetto con foglie d'alloro e di quercia e quattro borchie bronzee agli angoli, è stato riportato il discorso dettato dal generale Diaz al termine del conflitto 
Soliera (MO) 
proprietà Ente pubblico territoriale 
allegoria della Vittoria come donna vestita all'antica 
marmo bianco 
stucco/ modellatura 
marmo rosa di Verona 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here