AUTORITRATTO (?) (dipinto) by Ezechia da Vezzano detto Zacchia il Vecchio (sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900067705 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto AUTORITRATTO (?)
AUTORITRATTO (?) (dipinto) by Ezechia da Vezzano detto Zacchia il Vecchio (sec. XVI) 
AUTORITRATTO (?) (dipinto) di Ezechia da Vezzano detto Zacchia il Vecchio (sec. XVI) 
dipinto 
Figura virile vestita di camicia bianca e mantello nero con cappello rosso; regge con una mano un cartello e con l'altra ne indica la scritta. Cornice del sec. XVI-XVII, con all'esterno decorazione a foglie d'acanto, con quattro mascheroni agli spigoli; al centro dei lati rosoni e nella rifinitura interna bastoncelli e perline; il tutto dorato 
1519-1519 
0900067705 
dipinto 
00067705 
09 
0900067705 
La Difficoltà di assegnare una paternità ad un dipinto che stilisticamente usciva fuori dagli schemi più noti ed usuali della pittura italiana del '500, si è fatta avvertire costantemente nella letteratura su questo dipinto. Dato ad ignoto di scuola italiana, poi ad uno sconosciuto di scuola fiamminga, fu poi orientato nell'ambito del Bacchiacca da L. Marcucci (1957). La proposta in favore di Zacchia il Vecchio, fra tutte la più accettabile, si deve al Pope-Henessy, e si fonda sul confronto con il ritratto virile del Louvre, siglato col monogramma di Zacchia sullo strumento musicale dell'effigiato; del dipinto del Louvre ritroviamo qui la stesura un po' statuina dei piani del volto, il rapporto figura-interno, la presentazione e positura del ritrattato, ma soprattutto il gesto delle braccia e delle mani molto simile, o addirittura, per la mano sinistra identico. Sarebbe da aggiungere che questo ritrattato ricorda molto il profilo di S. Rocco nella pala (siglata) nel Museo di Villa Guinigi e provenienete da Pieve S. Stefano; anche i tratti somatici sono così significativamente simili da far supporre che il modello sia stato il medesimo in ambedue i casi: si trattò quindi dello stesso pittore? 
AUTORITRATTO (?) 
Figura virile vestita di camicia bianca e mantello nero con cappello rosso; regge con una mano un cartello e con l'altra ne indica la scritta. Cornice del sec. XVI-XVII, con all'esterno decorazione a foglie d'acanto, con quattro mascheroni agli spigoli; al centro dei lati rosoni e nella rifinitura interna bastoncelli e perline; il tutto dorato 
Lucca (LU) 
proprietà Stato 
AUTORITRATTO (?) 
tela/ pittura a olio 
bibliografia specifica: Belli Barsali I - 1970 
bibliografia specifica: Borelli F - 1976 
bibliografia specifica: Campetti P - 1909 
bibliografia specifica: Pope-Hennesy J - 1939 
bibliografia specifica: Borella G./ Giusti Maccari P - 1993 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here