busto di Don Carlos (cammeo) by Jacopo da Trezzo (sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900129669-2 an entity of type: CulturalPropertyComponent

cammeo, sul verso del pendente busto di Don Carlos
busto di Don Carlos (cammeo) di Jacopo da Trezzo (sec. XVI) 
busto di Don Carlos (cammeo) by Jacopo da Trezzo (sec. XVI) 
cammeo 
n.p 
ca 1559-ca 1562 
0900129669-2 
cammeo 
00129669 
09 
0900129669 
Il Migliarini e il Puccini ritengono entrambi i cammei opera di Jacopo da Trezzo, pur rilevando la minore accuratezza del ritratto di Don Carlos. Il puccini loda in particolare modo l'esecuzione del busto di Filippo II, per "la leggerezza e la maestria del tocco, per il facile andare dei panni, la morbidezza dei capelli e delle carni". Kris (1929) attribuisce anche lui il busto di Filippo II a Jacopo da Trezzo e lo confronta con il cammeo simile a Windsor, da lui riprodotto nella figura 324. In effetti confrontando il cammeo riproducente Filippo II con la medaglie eseguita da Jacopo da Trezzo, la somiglianza è assai vicina (G. HABICH, "Die Medaillen der Italienischen Renaissance", Berlin 1922-1923, p. 134, n. 5, tav. XCIII). Riteniamo invece che il cammeo di Don Carlos sia di una mano diversa, meno incisiva dell'altro ritratto. La rappresentazione del giovane principe si basa su una medaglia di Pompeo Leoni riprodotta da Habich (Ibidem, p. 135, n. 1, tav. XCIII). Jacopo da Trezzo lavorò per Filippo II durante gli anni 1579-89 e Pompeo Leoni fu uno dei principali scultori alla corte spagnola. La cornice è senza dubbio coeva ai cammei. La decorazione si ispira allo stile della scuola di Fontainebleau, duffuso in tutta Europa tramite le opere e stampe di artisti come Ducerceau e il Delaune. L'oggetto viene menzionato per la prima volta nei documenti fiorentini a partire dal 1771: inviato alla Galleria granducale da Pietro Leopoldo, venne posto nello stipo l'8 ottobre 1772. Nel 1786, secondo l'inventario stilato da Giuseppe Bencivenni Pelli, il pezzo risulta collocato nella principale raccolta granducale, esposta nello "Stanzino di Madama" nella Galleria degli Uffizi 
busto di Don Carlos 
sul verso del pendente 
61 B 2 (DON CARLOS di Spagna) 
n.p 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
busto di Don Carlos 
onice/ incisione 
bibliografia specifica: Gennaioli R - 2007 
bibliografia specifica: Museo Argenti - 2004 
bibliografia specifica: Museo argenti - 1967 
bibliografia specifica: Acidini Luchinat C - 1997 
bibliografia specifica: Babelon E - 1922 
bibliografia specifica: Carlo Federico - 2005 
bibliografia specifica: Felipe II - 1998 
bibliografia specifica: Grandezze splendori - 2002 
bibliografia specifica: Immagini preziose - 2005 
bibliografia specifica: Kris E - 1929 
bibliografia specifica: Lensi Orlandi G - 1977 
bibliografia specifica: McCrory M - 1979 
bibliografia specifica: McCrory M - 1998 
bibliografia specifica: Omaggio Tiziano - 1977 
bibliografia specifica: Rusconi A.I - 1935 
bibliografia specifica: Venturelli P - 1996 
bibliografia specifica: Massinelli A. M./ Tuena F - 1992 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here