fibula - manifattura europea (primo quarto sec. XIV)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900132860 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

fibula - manifattura europea (primo quarto sec. XIV) 
fibula - manifattura europea (primo quarto sec. XIV) 
1300-1324 
La fibula è costruita in modo complesso. La base è formata da una cornice quadrangolare posta diagonalmente. Su ogni lato di questa losanga sono inserite due pietre verdi e una piccola perla d'argento. Gli altri castoni col bordo perlinato e i castoni avvolgenti per le perle, sporgono molto dalla cornice piatta. Sono fissati con ribattini visibili sul retro. LO spillo della fibula, che si muove solo verso l'alto, è fissato all'angolo del margine interno. Infilando la stoffa l'ardiglione viene sollevato e poi spinto verso l'appoggio. La fermezza funziona come nelle fibule ad anello, ma in questo caso è coperta da una croce a bracci uguali, tempestata di pietra, che si inserisce perfettamente nella cornice. La croce è attaccata alla punta in alto ed è resa mobile da una cerniera; per mezzo di un bottone a pressione può essere fissata all'angolo opposto. Sia la cornice a losanga che i bracci lisci della croce sono ornati di pietra. La grossa pietra centrale verde è contornata da piccoli cabochon rossi e verdi. Seguono castoni con pietre azzurre e ametiste violetto-chiaro ad ogni estremità della croce 
fibula 
Carrand 975 
00132860 
09 
0900132860 
Ricoprendo con la croce la cornice vuota, si vuole ottenere, come sostiene J. Evans, l'effetto di una fibula a disco. Questo tipo di fibula torna di moda a partire dalla metà del XIV secolo (grosse fibule rotonde trovate nel fiume Motola, fibule a stella nel Tesoro di Verona). Non possiamo tuttavia affermare che si tratti di un ulteriore sviluppo della fibula a disco, con tutte le variazioni cronologiche che ne conseguerebbero, perché fin dall'inizio tutti e due i tipi sono stati usati contemporaneamente. La forma a losanga e il tipo di castoni usati ci permette di stabilire uno stretto legame con la spilla a giglio opera parigina dell'inizio del XIV secolo 
La fibula è costruita in modo complesso. La base è formata da una cornice quadrangolare posta diagonalmente. Su ogni lato di questa losanga sono inserite due pietre verdi e una piccola perla d'argento. Gli altri castoni col bordo perlinato e i castoni avvolgenti per le perle, sporgono molto dalla cornice piatta. Sono fissati con ribattini visibili sul retro. LO spillo della fibula, che si muove solo verso l'alto, è fissato all'angolo del margine interno. Infilando la stoffa l'ardiglione viene sollevato e poi spinto verso l'appoggio. La fermezza funziona come nelle fibule ad anello, ma in questo caso è coperta da una croce a bracci uguali, tempestata di pietra, che si inserisce perfettamente nella cornice. La croce è attaccata alla punta in alto ed è resa mobile da una cerniera; per mezzo di un bottone a pressione può essere fissata all'angolo opposto. Sia la cornice a losanga che i bracci lisci della croce sono ornati di pietra. La grossa pietra centrale verde è contornata da piccoli cabochon rossi e verdi. Seguono castoni con pietre azzurre e ametiste violetto-chiaro ad ogni estremità della croce 
fibula 
Firenze (FI) 
0900132860 
fibula 
proprietà Ente pubblico territoriale 
oro  pietra 
bibliografia specifica: Evans J - 1953 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here