balza - manifattura veneziana (inizio sec. XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900133897A an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

balza - manifattura veneziana (inizio sec. XVIII) 
balza - manifattura veneziana (inizio sec. XVIII) 
balza 
Balza di merletto in punto ad ago di Venezia, con fondo a barrette 'picotes'. Il motivo decorativo è costituito da un nastrino che si arriccia in varie direzioni senza seguire un motivo preciso, alcuni fiori stilizzati compaiono sul fondo, Il piedino (lisiere) è antico e fatto a fuselli, la finitura è pure antica ma ad ago. I motivi decorativi di questo merletto, detto corallino, sono una versione semplificata del Venezia punto piatto e come quest'ultimo riprendono la caratteristica costante dei punti di Venezia: i fiori, i nastri, i fondi a barrette che uniscono le varie parti del disegno, sono realizzati senza usare il rilievo 
1700-1710 
0900133897A 
balza 
00133897 
09 
0900133897A 
La datazione proponibile è nel primo decennio del XVIII secolo quando oggetti di questo tipo fanno parte di una produzione che va man mano sostituendosi al Venezia a grossi rilievi, troppo costoso e utilizzabile difficilemente per i jabot o cose da pieghettare, venute di moda agli inizi del secolo. La lavorazione è uguale a quella del grosso rilievo, anche questa fatta a pezzi su una base di un disegno diviso e riportato su una carta fortificata dalla tela. Viene tirato un filo che segna i contorni del disegno, filo di traccia e poi si iniziano i punti di riempitura del disegno, poi unito a mezzo di barrette. I disegni italiani dei merletti veneziani, prima geometrici, dagli inizi del XVII secolo portano intrecci vegetali curvilinei come quelli divulgati nel 1639 dal libro 'Vari disegni di Merletti' stampato a Bologna dal ricamatore Bartolomeo Danieli e di altri testi dello stesso autore pubbblicati fino al 1642 
Balza di merletto in punto ad ago di Venezia, con fondo a barrette 'picotes'. Il motivo decorativo è costituito da un nastrino che si arriccia in varie direzioni senza seguire un motivo preciso, alcuni fiori stilizzati compaiono sul fondo, Il piedino (lisiere) è antico e fatto a fuselli, la finitura è pure antica ma ad ago. I motivi decorativi di questo merletto, detto corallino, sono una versione semplificata del Venezia punto piatto e come quest'ultimo riprendono la caratteristica costante dei punti di Venezia: i fiori, i nastri, i fondi a barrette che uniscono le varie parti del disegno, sono realizzati senza usare il rilievo 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
balza 
filo di lino/ merletto ad ago 
bibliografia specifica: Merletti Palazzo - 1981 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here