balza - ambito maltese (seconda meta' sec. XIX)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900133911 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

balza - ambito maltese (seconda meta' sec. XIX) 
balza - ambito maltese (seconda meta' sec. XIX) 
balza 
Balza di merletto a motivi geometrici che ricordano, nella parte inferiore, i rosoni genovesi del XVII secolo, con un motivo centrale intorno al quale si annoda a ragnatela il lavoro dei fuselli. Nella parte superiore un bordo con motivi di fiori raccolti all'interno di un cartiglio trilobato. da qui si innalzano verticalmente i fili che sono serviti al lavoro, si notano i punti usati per trapuntare gli spilli e danno il ritmo verticale al decoro 
1850-1899 
0900133911 
balza 
00133911 
09 
0900133911 
Lavoro che presenta le caratteristiche delle trine maltesi a fuselli, riconoscibili sempre per la pesantezza del filo e del decoro. La lavorazione dei merletti a fuselli fu introdotta a Malta assai tardi, nel 1833 da Lady Hamilton Chichester che fece conoscere i merletti di Genova. Infatti si ritrova nelle trine maltesi qualche richiamo ai fuselli di Genova particolarmente nelle piccole spighe di grano che sono un motivo decorativo caratteristico. I disegni sono quasi sempre geometrici, il merletto può essere di color nero o creme, spesso in seta. Tra il 1850 e il 1860 l'industria di Malta ha una grande espansione e i merletti continuarono ad essere popolari fino alla fine del XIX secolo 
Balza di merletto a motivi geometrici che ricordano, nella parte inferiore, i rosoni genovesi del XVII secolo, con un motivo centrale intorno al quale si annoda a ragnatela il lavoro dei fuselli. Nella parte superiore un bordo con motivi di fiori raccolti all'interno di un cartiglio trilobato. da qui si innalzano verticalmente i fili che sono serviti al lavoro, si notano i punti usati per trapuntare gli spilli e danno il ritmo verticale al decoro 
Firenze (FI) 
proprietĂ  Stato 
balza 
filo di cotone/ merletto a fuselli o tombolo 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here