guarnizione, serie - manifattura di Burano (terzo quarto sec. XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900133949 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

guarnizione, serie
guarnizione, serie - manifattura di Burano (terzo quarto sec. XVIII) 
guarnizione, serie - manifattura di Burano (terzo quarto sec. XVIII) 
guarnizione (serie) 
Sono due triangoli a disegno speculare, forse utilizzati per guarnizioni da testa. Il fondo è composto da maglie quadrate regolari lavorate a linee parallele e questo fa pensare alla caratteristica lavorazione dei merletti 'Venice a reseaux'. Il motivo decorativo è costituito da tralci di fiori e foglie che percorrono in senso orizzontale il merletto. Il bordo in alto costituito da mandorle lavorate internamente con piccole stelle e motivi geometrici è ogni tanto interrotto da minuti fiori. E' smerlato e termina con un piccolo picot. La lisiere (piede) è a fuselli e probabilmente posteriore 
1750-1774 
0900133949 
guarnizione 
00133949 
09 
0900133949 
La datazione tra il 1750 e il 1770 è dovuta al tipo di decoro, il garofano ripetuto costantemente che appare appunto in questi anni, e al fatto che i fiori sono ancora attaccati al ramo, mentre più tardi si frantumeranno in decori più sottili. Questo tipo di merletto segna l'ultima produzione importante di Venezia. Ha la maglia di base simile a quella che si sviluppa ad Alençon, ma lavorata orizzontalmente. I disegni subiscono una forte influenza francese (cfr. Simeon). In particolare nel gusto delle mandorle lavorate a larghe stelle, del tipo 'fondo fi diamante'. Tuttavia questo merletto di Venezia appare più robusto di quello di Alençon. Per questo merletto sussistono alcuni dubbi di datazione, perché la scuola di Burano riaperta nel 1872, produsse molti di questi tipi con una lavorazione altrettanto precisa e ricca di punti (Strinati; Verhagen e inv. Stoffe nn. 1226, 1255, 1258, 1259, 1262) 
Sono due triangoli a disegno speculare, forse utilizzati per guarnizioni da testa. Il fondo è composto da maglie quadrate regolari lavorate a linee parallele e questo fa pensare alla caratteristica lavorazione dei merletti 'Venice a reseaux'. Il motivo decorativo è costituito da tralci di fiori e foglie che percorrono in senso orizzontale il merletto. Il bordo in alto costituito da mandorle lavorate internamente con piccole stelle e motivi geometrici è ogni tanto interrotto da minuti fiori. E' smerlato e termina con un piccolo picot. La lisiere (piede) è a fuselli e probabilmente posteriore 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
guarnizione 
filo di lino/ merletto ad ago 
bibliografia di confronto: Simeon M - 1979 
bibliografia di confronto: Strinati M - 1926 
bibliografia specifica: Merletti Palazzo - 1981 
bibliografia di confronto: Verhaegen P - 1902 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here