tovaglia - manifattura italiana (primo quarto sec. XVII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900133955 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

tovaglia - manifattura italiana (primo quarto sec. XVII) 
tovaglia - manifattura italiana (primo quarto sec. XVII) 
tovaglia 
Applicazione di lino bianco ricamato a punto in croce a motivi geometrici, in rosso. Originariamente il pezzo era più ampio ed è stato ridotto in epoca più recente a centro tavola. Il bordo orizzontale è costituito da fiori inseriti in una greca geometrica che si alternano l'uno all'altro in posizione speculare. Nelle due estremità il disegno si fa più alto, ha motivi geometrici stilizzati, ma è ritagliato e aggiunto e non se ne può seguire il ritmo. Un disegno a forme geometriche più sottili decora il bordo esterno di tutto il pezzo 
1600-1624 
0900133955 
tovaglia 
00133955 
09 
0900133955 
Lo spessore della tela, il tipo di decoro, il rimaneggiamento del pezzo fanno pensare all'autenticità di questo ricamo, con tutta probabilità. Italiano, per il quale si può pensare ad una datazione intorno al primo quarto del XVII secolo. Ma i motivi e il gusto di tali ricami sono precedenti, e nelle tovaglie, nelle biancherie di casa o negli abiti maschili e femminili si trovano già utiilizzati nel XV-XVI secolo. Anzi il gusto del decoro geometrico risale all'età altomedievale, allorché manufatti ricamati in fili di seta colorati, a motivi gemetrici, erano usati in tutto il mondo arabo e quindi nell'intero Mediterraneo. Così pure tessuti copti e mediorientali circolavano in tutta l'Europa trasmettendo disegni e motivi ornamentali non solo di tessuti, ma alla pittura e alla scultura romanica. L'influsso del mondo arabo e mediorientale fu predominante fino al XVI secolo nella produzione aulica, e in quella popolare fino ai giorni nostri. Nel passaggio da questi ricami ai merletti, ai primi tipi di reticello, punti tagliati, punti in aria, sopravviverà il gusto del decoro geometrico, come è ben testimoniato dai motivi riprodotti nei libri di modelli del XVI secolo che codificavano disegni già in uso da qualche anno (cfr. inv. Stoffe n. 1269) 
Applicazione di lino bianco ricamato a punto in croce a motivi geometrici, in rosso. Originariamente il pezzo era più ampio ed è stato ridotto in epoca più recente a centro tavola. Il bordo orizzontale è costituito da fiori inseriti in una greca geometrica che si alternano l'uno all'altro in posizione speculare. Nelle due estremità il disegno si fa più alto, ha motivi geometrici stilizzati, ma è ritagliato e aggiunto e non se ne può seguire il ritmo. Un disegno a forme geometriche più sottili decora il bordo esterno di tutto il pezzo 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
tovaglia 
lino/ tessuto/ ricamo 
filo di seta/ ricamo 
bibliografia specifica: Merletti Palazzo - 1981 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here