Trinità (dipinto) by Albertinelli Mariotto (inizio sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900161634 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

dipinto Trinità
Trinità (dipinto) di Albertinelli Mariotto (inizio sec. XVI) 
Trinità (dipinto) by Albertinelli Mariotto (inizio sec. XVI) 
dipinto 
Soggetti sacri. Personaggi: Cristo; Dio Padre. Figure: angeli; cherubini. Paesaggi: nuvole. Vegetali: palme; coroncine di fiori. Allegorie-simboli: colomba dello Spirito Santo 
ca 1500-ca 1510 
0900161634 
dipinto 
00161634 
09 
0900161634 
Pervenuto all'Accademia dal convento domenicano femminile di San Giuliano in via Faenza nel 1810. Vasari lo dice eseguito nello studio di Gualfonda insieme alla pala per l'altar maggiore della stessa chiesa. Pieraccini registra il quadro come anonimo agli Uffizi nel 1914. Nessuna data compare sulla tavola, che la critica ha datato tra il 1507 (Scott 1881) e la fase tarda dell'attività del pittore, tra 1512 e 1515 (Bodmer 1929). Becherucci (voce Albertinelli in Dizionario Biografico degli Italiani, 1960), Freedberg (1961) e Borgo (1976) ritengono probabile una datazione intorno al 1510. Berenson (1961) ritenne che il cartone preparatorio per l'opera fosse stato eseguito da Fra' Bartolomeo e tale opinione è stata recentemente ribadita dalla Bertani. Esiste tuttavia un disegno preparatorio per il dipinto agli Uffizi (556E) con l'aggiunta di quattro santi, già attribuito all'Albertinelli dal Berenson, che secondo Borgo (1976) dimostra come la SS. Trinità sia stata interamente concepita e realizzata da Mariotto. Cavalcaselle suppose che il fondo oro, ricordato già dal Vasari, non fosse originale ma frutto di un intervento di restauro posteriore. La commistione di elementi moderni come lo sfumato leonardesco, e di altri più arcaizzanti, come il fondo oro, è caratteristica di altre opere dell'Albertinelli databili in questo periodo, come ad esempio il trittico con la Vergine, il Bambino e Santi del museo Poldi Pezzoli di Milano. Affinità stilistiche si notano anche con la pala con la Vergine e quattro santi della Galleria dell'Accademia. Simari (in Fra' Bartolomeo 1996) esclude che il dipinto sia il Crocifisso collocato nel refettorio del convento nel 1517, come affermava Borgo (1976), e conferma una datazione intorno al 1510 
Trinità 
11 B 32 31 (+3) 
Soggetti sacri. Personaggi: Cristo; Dio Padre. Figure: angeli; cherubini. Paesaggi: nuvole. Vegetali: palme; coroncine di fiori. Allegorie-simboli: colomba dello Spirito Santo 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
Trinità 
tavola/ pittura a olio 
bibliografia specifica: Description Académie - 1827 
bibliografia specifica: Vasari G - 1878-1885 
bibliografia specifica: Berenson B - 1932 
bibliografia specifica: Borgo L - 1976 
bibliografia specifica: Freedberg S. J - 1961 
bibliografia specifica: Uffizi catalogo - 1980 
bibliografia specifica: Kirchen Florenz - 1940-1954 
bibliografia specifica: Galleria Accademia - 1999 
bibliografia specifica: Richa G - 1754-1762 
bibliografia specifica: Età Savonarola - 1996 
bibliografia specifica: Bocchi F./ Cinelli Calvoli G - 1677 
bibliografia specifica: Bonsanti G - 1987 
bibliografia specifica: Bodmer H - 1929 
bibliografia specifica: Scott L - 1881 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here