balza - manifattura veneziana (fine/ inizio secc. XVII/ XVIII)

https://w3id.org/arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0900162358 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

balza - manifattura veneziana (fine/ inizio secc. XVII/ XVIII) 
balza - manifattura veneziana (fine/ inizio secc. XVII/ XVIII) 
balza 
Importante esemplare di 'Venise à la rose' costituito da un ricco e sinuoso intreccio di rami con piccoli fiori stilizzati, resi più preziosi da sottili ricami sovrapposti. Il fondo è costituito da barrette che si incontrano a formare piccole stelle e rondelles; le barrette servivano anche da raccordo del disegno che era eseguito in fasi separate e riunito solo alla fine. Il bordo è costituito dallo stesso motivo decorativo di barrette e fiori che lo completano creando un ritmo ondulato 
1690-1710 
0900162358 
balza 
00162358 
09 
0900162358 
Questo genere di merletti, sempre ispirato ai grandi disegni barocchi dei pizzi di Venezia a grosso rilievo, ne diminuì notevolmente le dimensioni e lo spessore del rilievo (costituito sempre in questi anni da fasci di lino ricoperti a punto occhiello) e ne aumentò la leggerezza, facendo di questo genere uno dei più richiesti e costosi tra quelli prodotti in Italia. Le manifatture di Venezia, tra le prime lavorazioni ad ago in Italia, si specializzarono nella lavorazioni ad ago e non abbandonarono mai, nè la tecnica nè i modelli; il loro declino iniziò alla metà del XVIII secolo, quando la Repubblica di Venezia entrò in una grave crisi politica ed economica e non fu più in grado di sostenere la concorrenza con gli altri centri produttori. L e lavorazioni del merletto ripresero alla seconda metà del XIX secolo, 1872, con la riapertura della scuola di Burano che riprese tecniche tradizionalmente famosi, in quel periodo di grande revival del merletto che fu il XIX secolo 
Importante esemplare di 'Venise à la rose' costituito da un ricco e sinuoso intreccio di rami con piccoli fiori stilizzati, resi più preziosi da sottili ricami sovrapposti. Il fondo è costituito da barrette che si incontrano a formare piccole stelle e rondelles; le barrette servivano anche da raccordo del disegno che era eseguito in fasi separate e riunito solo alla fine. Il bordo è costituito dallo stesso motivo decorativo di barrette e fiori che lo completano creando un ritmo ondulato 
Firenze (FI) 
proprietà Stato 
balza 
filo di lino/ merletto ad ago 
bibliografia specifica: Città Uffizi - 1982 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here